Best of 2014: Libri

best_of_libri

Non so se capitava anche a voi ma a volte i genitori davano ai ragazzini una banconota “extra-paghetta” ma da usare solo per le emergenze. 20.000 lire, o gli odierni 20 euro, da usare solo e soltanto quando era strettamente necessario.
Ecco, quei soldi d’emergenza, secondo noi, andrebbero usati per comprare libri. Ché quando sei riuscito a mettere qualcosa sotto ai denti e a ripararti dal freddo l’unica altra cosa davvero necessaria è dar da mangiare al cervello.

In questa lista — 10 tra i libri di cui abbiamo parlato lo scorso anno, scelti tra quelli che hanno avuto più successo tra i nostri lettori — di “cibo per la mente” ce n’è in abbondanza. Pronti a investire la paghetta o i 20 euro per gli imprevisti?

manoscritto_393-630x487

1. 300 anni prima di Pantone

Un antico manoscritto del ‘600 (che puoi sfogliare online) si è rivelato uno dei più antichi antenati del celeberrimo sistema Pantone per la classificazione dei colori.

original_risographies_1-630x447

2. Sulle tracce di Munari con una risograph

Negli anni ’70 il grande Bruno Munari mostrò al mondo come fare arte con una fotocopiatrice.
40 anni più tardi un gruppo di graphic designer inglesi rende omaggio a Munari e pubblica un libro di esperimenti in risograph.

piccolo_manuale_dei_grandi_sbagli_keri_smith_03-630x420

3. Piccolo manuale dei grandi sbagli: Keri Smith e la poetica dell’errore

Sbagliando si impara, certo. Ma si può pure imparare a sbagliare.
È questo lo scopo del libro di Keri Smith, che ti farà martellare, sgretolare, accartocciare, spruzzare, trascinare, seppellire, grattare, strappare, ritagliare, aggrovigliare, macchiare, rovesciare. Disfare ma soprattutto fare, alla ricerca di un liberatorio caos creativo.

senzaparole_1

4. Senzaparole, una storia illustrata animalista di Roger Olmos

Per raccontare le nefandezze della società dei consumi non servono per forza le parole. A volte bastano le illustrazioni, soprattutto se sono capaci di spiegare meglio di qualunque discorso da dove arriva ciò che mangiamo, ciò che indossiamo, ciò che ci mettiamo in faccia…

carte_decorate_01-630x420

5. Poesia della “povera carta”

Piera Luisolo ha un bellissimo negozio, a Torino, chiamato Atelier BiBi. Ma Piera è anche un’appassionata collezionista di carte antiche e in questo libro racconta, spiega e raccoglie una serie di carte utilizzate per decorare i libri antichi.

Type_Plus_5-630x405

6. Type Plus, un libro sulla “tipografia aumentata”

Negli ultimi anni si è vista una vera e propria esplosione di opere ibride basate sulla contaminazione tra caratteri tipografici, grafica, illustrazione, fotografia, installazioni. Questo libro fa il punto sulla situazione e prova a raccontare questa nuova era del type design.

piccolofrank

7. Piccolo Frank architetto, finalmente tradotto in italiano da 24 ORE Cultura

La traduzione italiana di un piccolo, poetico libro illustrato su un nipote che costruisce cose assurde e un nonno architetto che prima critica ma poi riscopre il vero valore del suo mestiere.

motion_silhouette_1-630x419

8. Libri fatti di ombre: dal giappone due libri pop up per avventure a lume di torcia

Magia del pop-up, per due storie che prendono vita quando vengono illuminate da una torcia. Perché una torcia, nel buio, è una fabbrica d’ignoto e conoscenza, di sogno e realtà.

spollo_1-630x418

9. Spollo Kitchen: il ricettario dei designer

Oltre 500 tra designer e illustratori sono stati chiamati a creare di un visual per un piatto che fosse poi pure replicabile da un vero chef.
Di questi ne sono stati selezionati 100, che poi sono finiti in questo splendido, immaginifico ricettario.

tipi_di_torino_7-630x420

10. Tipi di Torino, racconti e leggende illustrate di tipografi e incisori torinesi

Le illustrazioni di Giulia Garbin raccontano le storiche eccellenze del panorama tipografico torinese, in un libro nato dalla collaborazione tra l’artista, la piccola casa editrice indipendente Print About Me ed Archivio Tipografico.

Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.