Partecipa al Booktober. Dal 1º al 31 ottobre.

Post: 180 visioni del futuro nella nuova edizione di CHEAP Festival

Il poster è di carta. Al sicuro quando è appeso tra le mura domestiche o dell’ufficio, diventa effimero appena si affaccia all’aperto, esposto al sole che ne mangia il colore, alla pioggia che lo inzuppa e lo slabbra. Chi passa di lì può strapparlo, pisciarci sopra, riempirlo di scritte. E un altro poster, presto, lo sostituirà.
Il senso di fare arte pubblica attraverso i poster sta proprio in questa precarietà. Nel momento stesso in cui il manifesto viene affisso al muro e la carta s’arriccia, lì ha già inizio la sua fine. Ma lì avrà inizio anche il dialogo: uno scambio di idee, anche conflittuale, con la città e chi la abita. Chi vi si trova a transitare davanti potrà accogliere immediatamente il messaggio, oppure potrà dirottarlo e ribaltarlo, intervenendo direttamente sul poster stesso. In alcuni casi si genererà attrito con idee incompatibili, portando alla luce quelle conflittualità altrimenti sopite; in altri, i concetti entreranno per la porta di servizio, quasi non visti, per poi cominciare ad agire lentamente, silenziosamente, scavando e aprendo gli spazi necessari a ospitare il dubbio. Tutto ciò in un tempo finito e mutevole, come mutevole è lo spazio pubblico, nell’ottica che nulla — grazie al cielo — dura per sempre.

È un lavoro, questo, che il collettivo CHEAP porta avanti in diverse forme, a Bologna, dal 2013: lo fa con campagne di affissioni su progetti specifici — tra i tanti, La lotta è FICA, Concertata, Tette Fuori, LE articolo autodeterminativo, Nella notte ci guidano le stelle, solo per citare alcuni tra i più recenti — e con delle call annuali che invitano artiste, artisti, attiviste e attivisti di tutto il mondo a partecipare con uno o più poster attorno a un tema specifico.
Dopo Sabotage, Disorder e Reclaim, questa nuova edizione, la nona, della call è dedicata al concetto di Post, cioè il superamento di una situazione, un sistema, uno stato delle cose. Come scrivevo poco fa, niente, per fortuna, dura per sempre, e i manifesti arrivati da ogni dove — più di 600, da 43 paesi, tra i quali ne sono stati selezionati 180 — offrono delle visioni del futuro.

Poster di Mangoosta
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)

«Abbiamo chiesto di rappresentare con linguaggi visivi contemporanei cosa ci aspetta oltre il capitalismo, in seguito alla prossima crisi climatica, dopo aver compiuto 30 anni, dopo il crollo del patriarcato, dopo la malattia, dopo l’impero, dopo il punk, dopodomani. Le risposte sono arrivate su poster e contengono universi, utopie, scenari postumani, società decoloniali, tratti di una posterità prossima, nuove estetiche e nuovi segni di liberazione: contengono visioni dal futuro», scrivono le sei fondatrici di CHEAP, che nottetempo sono andate a riempire le vie di Bologna con i manifesti, stavolta più grandi che in passato (dal classico 70x100cm sono passati al 140x200cm) e per la prima volta a colori.

Di seguito alcune foto delle affissioni, scattate da Margherita Caprilli e Michele Lapini. Molte altre sono raccolte qui, mentre tutti i nomi di autrici e autori, e gli indirizzi dove andare per vedere i poster sono sul sito di CHEAP.
Chi può, vada a cercarli tutti, prima che il tempo li cancelli: «Ho nostalgia per qualcosa che deve ancora succedere» dice uno dei poster, firmato da Alice Lucci.

Poster di Rebecca Momoli
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Anna Dalla Via + Officina 3AM (Anna Saccani e Anna Silvestri)
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Chiara Di Biagio
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
Poster di Angelo Bramanti
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
Poster di Simone Fazio
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
Poster di @marcosalamina
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
Poster di Farshad Isapuor e Giulia Mazza
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
Poster di Luchadora/Alessandra Marianelli
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
Poster di Il Lato del Cerchio
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
Poster di Alexandra Sivov e Giorgia Lancellotti
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
Poster di Yele&Tres, Alessandro Mazzero
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
Poster di Alessandro Mazzero, Alexandra Sivov e Giorgia Lancellotti
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
Poster di Frad e Dalila Amendola
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
Poster di George – Kill your dragons e Giorgia Lancellotti
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
Poster di Giorgia Lancellotti
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
Poster di Marcella Foccardi
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
Poster di Kocore
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
Poster di Katia Piccinelli, Dania Grechi e Matata.x
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
Poster di Alessandra Neri, Divina Nives, Laura Bellotti, Gea Testi, I o f a c c i o i l b o t t o, Caterina Pecchioli, Hannes Egger, Giuseppe Anthony di Martino
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
Poster di I o f a c c i o i l b o t t o, Caterina Pecchioli, Hannes Egger, Giuseppe Anthony di Martino
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
Poster di Alessandra Neri
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
Poster di Reg Mastice, Roberto Ruager
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
Poster di Davide Blotta, Ben Zeno, Dresscodeguru
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
Poster di Rebecca Momoli
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Analía Cid
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
Poster di Lorenzo Trotti, Federico Ventriglia
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Giulia Rossi
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Vincenzo Parretta
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Emmequadro
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Matteo Orani
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Vitiligism
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Vitiligism, Vittorio Giannitelli
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Salvatore Costante
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Locatelli/Moschella
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Nick Metz
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Helen Grundy
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Giulia Tagliaferri
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Giorgibel
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Lillo Ciaola
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Elisa Torre
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Elisa D’Urbano e Cristian Pandolfino
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Dario Carta – #cartadesign
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Rebecca Momoli
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Howler Monkey
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Mica Macho
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Omino71
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Stian Rampoldi
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Patrick Ireland
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Clemente Terribile
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di APS Maghweb
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Federica Gilda Marrella e Cecilia Polonara (Nostro Design Studio)
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Alice Arduino, Alice Lucci
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Zimmerfrei
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Valeria Andreolli
(foto: Michele Lapini | courtesy: CHEAP)
Poster di Redville
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
Poster di Luchadora/Alessandra Marianelli
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
(foto: Margherita Caprilli | courtesy: CHEAP)
Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.