fbpx
flaneur 1

Issues | Flaneur

flaneur 1

Che le riviste indipendenti stiano diventando sempre più di nicchia è un dato di fatto. Temi sempre più specifici, dal macro al micro (arte, cibo, eros, architettura ma anche illustrazione solo a matita, surfisti non professionisti, contadini hipster, architettura brutalista, arte scandinava, ciclisti di città, comfort food, donne e cibo per arrivare a feticismi come un magazine interamente dedicato all’arte della consegna).

E anche per quanto riguarda l’aspetto local c’è di che strabuzzare gli occhi. Dopo una rivista sul sud come stato mentale ed una che in ciascun numero parla di una sola, unica (e piccola) città, il discorso viene portato all’estremo con Flaneur, nuovo magazine tedesco addirittura focalizzato su un unica via!

Più local di così non si può. O meglio si può ma bisogna arrivare al trimestrale condominiale (editor-in-chief l’amministratore? graphic designer il portiere?) o a quello di famiglia (che è un’idea da non sottovalutare).
Ad ogni modo, prendendo il nome da quella particolarissima, poetica e romantica categoria di gentiluomini che vagano senza meta per la città per il solo piacere di farlo, che nientepopodimenoché Charles Baudelaire ha battezzato flâneur, l’omonima rivista dedica ogni numero ad una via diversa presentandone «la sua complessità, le dinamiche, la sua natura ed i suoi strati frammentati, con un approccio letterario, creando significative correlazioni tra luoghi, storie, persone e oggetti che non sono necessariamente legati tra loro».

Una follia. Ma una meravigliosa follia, soprattutto considerando che alla base di tutto c’è l’idea di non raccontare effettivamente la via per com’è, in maniera per forza realistica, ma per come potrebbe essere. Non vorresti forse che arrivassero domani sotto casa tua per il prossimo numero?

flaneur 2

co-fondatore e direttore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
logomotive cover
Logomotive: la grafica dell’epoca d’oro del settore ferroviario americano