fbpx
mrwolf 0

Issues | Mr. Wolf

mrwolf 1

Sarà l’aria dell’oceano, sarà l’influsso dei marsupiali e delle loro tasche che sembrano versioni biologiche e ambulanti di un portariviste… Ad ogni modo in Australia sfornano nuovi magazines a ritmi impressionanti. E parliamo di un Paese ben 25 volte più grande del nostro e poco più di 1/3 degli abitanti, con distanze enormi tra i maggiori centri urbani, dunque non uno scherzo in quanto a distribuzione (perché le riviste è bello farle ma bisogna pure venderle e per venderle si deve innanzitutto distribuirle, e se il web aiuta di certo non risolve tutti i problemi).

Altro aspetto non secondario dell’ondata magaziniera australiana è la varietà. Ci sono testate indipendenti praticamente su ogni argomento, dall’intersezione tra cibo, arte e comunità (Condiment) agli “uomini che frequentano altri uomini” (Hello Mr.); dalle “ragazze che fanno cose” (Frankie) a tutta una serie di testate su moda (Oyster), arte (Ampersand) e tutto questo solo per citare la cosiddetta punta dell’iceberg.

Ma un magazine dedicato alla cultura scandinava—vista con gli occhi di chi vive agli antipodi—non potevo certo immaginarmelo. Eppure eccolo qua: Mr. Wolf, semestrale nato appunto per raccontare lo stile, la musica, il design e l’arte nordica, pensato, fondato e diretto da Laura Phillips, giornalista australiana di base in Svezia, insieme ad un gruppo di contributors ed editors pure originari della terra dei canguri ma al momento ben felici di passare le loro giornate per le fredde strade di Stoccolma.

Il primo numero di Mr. Wolf, pieno di interviste a personaggi della scena artistica e culturale svedese (e non solo), si può già acquistare online.
C’è anche la Fika (che in Svezia va un sacco).

mrwolf 3

mrwolf 4

mrwolf 5

mrwolf 6

mrwolf 7

mrwolf 8

mrwolf 9

mrwolf 10

Altre storie
club godo ippocampo 1
La cartografia del piacere di Jüne Plã, autrice di “Club Godo”