Club to Club 2012

Il secondo anno a Club to Club non è stato per niente male, anzi. Io che subisco sempre e comunque il fascino di una città come Torino, mi sono addirittura innamorata del Lingotto. Lo so, può sembrare assurdo, io che mi sarei dovuta innamorare solo di Eataly, ma è successo. Love happens, sometimes. Per questo terzo anno di seguito credo proprio che, nuovamente, non mi farò sfuggire l’occasione di seguire uno dei festival più belli in Italia. Sarà stata anche la recente delusione del Bloc che mi spinge a investire in questo nuovo evento.

Probabilmente avrete seguito anche voi gli aggiornamenti della line up sulla pagina facebook del festival, ma ve ne parlo comunque, giusto per fare un recap e non perdervi nulla.
Si parte ad ottobre con due belle preview e Viva Club2Club: l’11 ottobre a Londra all’XOYO, il 28 e il 29 tra Torino e Milano (compiangendo la tanto amata Fondazione Pomodoro).
A novembre, invece, si ha il clou dell’evento – anche se, viste le passate edizioni, non ci sarà assolutamente da annoiarsi alle preview, anzi! – per i giorni 8 e 11, in location ancora da confermare (ebbene sì, spero di ritornare al Lingotto), ma con una line up che mi ha davvero piacevolmente sorpreso.

Portano infatti in Italia i Disclosure (live), i fratelli adolescenti che Mary Anne Hobbs ha spinto per tutto lo scorso anno e che hanno recentemente pubblicato il loro primo EP, The FaceEvian Christ (live), un’altra giovane promessa inglese con il suo stile a metà tra l’hip hop e downtempo (ascoltate qui) e Jam City che forse tutti riconosceranno dal singolo How we relate to the body (Night Slugs, qualche mese fa).
Ma non solo, quelli sono solo la ciliegina sulla torta: ritorna Actress, c’è Clark, di nuovo Kode9 (anche se questa volta credo farà un altro bel b2b con Scratcha DVA come avevamo sentito a Londra); gli Esperanza, Ital, James Holden e ancora Jeff Mills, Kuedo, Jimmy Edgar, di nuovo Lone, Lory D.

E comunque non abbiamo ancora finito: Lucy, Marcel Dettmann, Nina Kraviz, Rustie, SBTRKT, Scuba, Teengirl Fantasy, Shackleton e molti altri.
Il programma è più che ricco, spero solo di non perdermi giovedì sera, come lo scorso anno persi Jackmaster.
State già cercando un posto letto?

Altre storie
Uhuru Republic: un progetto tra Italia e Tanzania, grazie alla musica e al disegno — intervista a Nicola Alessandrini e Lisa Gelli