best_of_agende

Per segnare i buoni propositi per il nuovo anno.
Per organizzarti le giornate. Quelle belle ma anche quelle brutte.
Per appuntare storie vissute o solo immaginate.
Per regalare a qualcuno uno spazio bianco da riempire.

Ecco il meglio del 2014 tra agende, blocchi note, carte e matite.

perpetual_disappointment_diary_1-630x630

1. L’agenda perfetta per delusi, sfigati e pessimisti cronici

Un diario dove appuntare tutte le brutte cose che accadono, gli appuntamenti che preferiresti morire piuttosto di andarci, le ricorrenze catastrofiche, ogni maledetto lunedì, e ogni forma di tristezza varia ed eventuale.
Perché le lagne puoi ancora affidarle alla cara, vecchia carta, non solo ai social network.

edizione_precarie_08-630x420

2. Edizioni Precarie, quando la carta alimentare diventa un quaderno

Da Palermo dei vecchi mercati una piccola realtà dedita alle autoproduzioni che realizza poetici quaderni e blocchi note utilizzando la carta con cui si impacchettano carni, pesci, pagnotte…

semiserieandsons_6-630x420

3. Semiserie & Sons e le pochette per prendere appunti

Giocando sulla forma, oltre che sulla funzione, le ragazze di Semiserie & Sons realizzano blocchi note che sembrano pochette da infilare nel taschino della giacca.
Il nome? Ovviamente Tasquino!

inspiration_pad_8-630x472

4. Inspiration Pad e le righe “matte” che ti guidano nel magico mondo della scrittura

Le parole possono ballare. Le parole possono rimbalzare, suonare frenetiche, esplodere, restringersi, attorcigliarsi su loro stesse o creare un intricato labirinto. Le parole talvolta scivolano via. Altre volte diventano un muro su cui se non stai attento ci sbatti pure il muso.
E quando le parole ballano il quaderno perfetto è l’Inspiration Pad.

severafrahm_Notebook-II_09-630x420

5. Notebook II, uno scrigno pieno di quaderni per appunti da collezione

Un box per veri cultori di blocchi, quaderni e cancelleria, contenente ben 8 notebook realizzati in collaborazione con altrettanti designer e studi creativi, ciascuno caratterizzato da grafiche e lavorazioni di altissima qualità e ad alto tasso di sperimentazione.

onion_note_1-630x419

6. Onion Note, il blocco per chi vuol lacrime da coccodrillo

Arriva dal Giappone e funziona emanando solfuro di allile, l’etere che si sprigiona da piante come la cipolla o l’aglio.
Basta scrivere sui fogli opportunamente trattati del blocco per attivare, grazie allo sfregamento della matita, l’aroma piangerino e ingannare, seduta stante, chiunque sia lì ad assistere all’emozionante scrittura di una missiva o di una confessione a cuore aperto.

ep05

7. Akio Hayakawa e la “straordinaria” invenzione della matita con la mina corta

Ancora dal Giappone, dove un designer ha pensato bene di risolvere alla radice il problema dei mozziconi di matita semplicemente togliendo un pezzo di mina.
Bonus per chi legge: al link c’è anche l’irresistibile video del “temperatore di matite n.2 al mondo”.

manuche_postcards_from_07

8. I libretti fatti a mano dal gusto retro di Manuche, Postcards From…

Dalla Sardegna una serie di quadernini fatti a mano ispirati ai quaderni di scuola degli anni ’60 e ai vecchi libretti di poesia sarda venduti nelle feste paesane.

p22_1-630x457

9. P22 Typographic Notebooks, il blocco note per chi ama font e caratteri

Sembra un passaporto. In realtà è un blocco note che oltre alle pagine per prendere appunti, con righe e a quadretti tutti diversi gli uni dagli altri, ha dentro dettagliatissime informazioni sul mondo dei caratteri tipografici.

bordersoftheworld_notebooks_5

10. Borders of the world notebooks

Che sono le righe e quadretti se non… confini?
Quindi perché non giocare su un concetto come questo disegnando sulle pagine dei quaderni degli attualissimi reticolati? Tanto per ricordare che nel mondo le guerre e le barriere sono ancora tantissime.