Frizzifrizzi è in pausa estiva. Torniamo a settembre.

Typ/o project: una guida per orientarsi tra i caratteri tipografici, a portata di smartphone

I doni più grandi che si possono ricevere nella vita sono quelli che ti permettono di pensare, capire e poi agire in autonomia. Invece di dirmi dove andare, insegnami a orientarmi e a usare una mappa. Piuttosto che indicarmi che scuola frequentare per trovare lavoro, insegnami ciò che mi servirà per vivere con consapevolezza e dignità (mi vengono in mente gli allucinanti incontri di orientamento che nell’istituto di mia figlia — che è in seconda media! — hanno organizzato con rappresentanti delle aziende del territorio).

Nel vasto e intricato mondo dei caratteri tipografici, tale dono si concretizza con l’educare alla conoscenza delle tante possibilità che potrebbero presentarsi. Riconoscere a colpo d’occhio 10, 100, 1000 font ha un’utilità relativa — se ne continueranno a progettare e disegnare di nuovi, che sfuggiranno al tentativo di memorizzarli tutti. Fondamentale è invece capire perché sono come sono, cosa li differenzia gli uni dagli altri, come poterli usare, in che macro- e micro-categoria raggrupparli.

È questa l’idea alla base del progetto Typ/o, nato l’anno scorso all’interno del dipartimento di design dell’Università di Scienze Applicate di Aquisgrana, diretto dalla professoressa Eva Kubinyi e dal professor Robin Coenen.
Si tratta di un sito pensato per smartphone — anche se funziona pure su altre piattaforme — che spiega in maniera semplice e diretta a riconoscere i caratteri tipografici in base alle loro classificazioni principali: serif, sans-serif, calligrafici, blackletter. E poi giù fino alle più minuziose caratteristiche: pesi, contrasti, usi (per titoli, per testi, per didascalie, ecc.).

(fonte: typ-o.eu)

L’obiettivo — spiegano coloro che hanno lavorato al progetto — «non è identificare automaticamente i singoli caratteri, ma facilitare l’apprendimento di come riconoscere i loro principi formali sottostanti». Pensato soprattutto per studentesse e studenti («per motivarli e stimolare la curiosità sull’indagine attorno alla tipografia»), Typ/o è molto facile da usare ed è diviso in quattro sezioni: la prima (simboleggiata dalla t) permette di andare a restringere sempre di più i parametri, così da provare a identificare i font trovati “nella vita reale”; nella la seconda (y) ci sono le informazioni sulle varie classificazioni; la terza (p) è dedicata la gioco e dà modo di testare le proprie conoscenze; la quarta (/) è semplicemente la raccolta di più di 100 caratteri, quelli usati nel sito e forniti da molteplici fonderie tipografiche, grandi e piccole.

Ad arricchire il tutto c’è anche un utile glossario (vi si accede dal simbolo del libro aperto, in alto a sinistra) con i tanti termini utilizzati nella guida, compresi quelli relativi alla “anatomia” delle lettere.

(fonte: typ-o.eu)
(fonte: typ-o.eu)
(fonte: typ-o.eu)
(fonte: typ-o.eu)
(fonte: typ-o.eu)
(fonte: typ-o.eu)
Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.