Il nuovo numero di Slanted è dedicato all’Europa, vista dai designer

Fondata nel 2005 e dedicata principalmente a grafica e tipografia, la rivista tedesca Slanted è diventata, a partire dal numero 23, uscito nel 2014, una sorta di mappa del graphic design contemporaneo, con uscite monografiche dedicate a una specifica città — Istanbul, Parigi, New York, Marrakech, Varsavia, Helsinki, Atene, Tokio, Dubai, Praga — o a un singolo paese — la Svizzera, il Portogallo, Cuba, il Rwanda.

Per il nuovo volume, tuttavia, la redazione del magazine ha allargato ulteriormente il campo d’azione, mettendo a fuoco non più una città o una nazione quanto piuttosto un continente, la nostra Europa, che è anche e soprattutto un concetto: complesso, tuttora in costruzione e in costante mutazione.

Slanted n.34, novembre 2019 (fonte: slanted.de)

«L’Unione europea con i suoi 28 Stati membri oggi sta affrontando tempi difficili: crisi finanziaria, rifugiati, perdita di alleati e scenari di uscita — come quello attuato nel Regno Unito — portano alla paura e all’insicurezza. Stiamo innanzitutto assistendo anche a una rivoluzione digitale che sta creando una nuova immagine dell’umanità. Le possibilità tecniche stanno per andare oltre ciò che è politicamente e moralmente imperativo. Finora, Slanted ha dedicato le sue edizioni a singoli paesi o metropoli per dare uno sguardo alle scene del design. Questa volta stiamo reagendo alla necessità di stare insieme e mostrando l’importanza della voce che abbiamo e dovremmo usare, per proteggere la libertà che gli altri hanno raggiunto per noi», spiegano nella presentazione del nuovo numero, che raccoglie lavori e riflessioni di oltre 300 tra designer e studi ma anche attivisti e critici, che hanno affrontato tematiche relative all’Europa e ad alcune parole chiave come democrazia, dignità, regole, libertà, pace, uguaglianza, tolleranza.

256 pagine, Slanted n.34 si acquista online.

Slanted n.34, novembre 2019 (fonte: slanted.de)
Slanted n.34, novembre 2019 (fonte: slanted.de)
Slanted n.34, novembre 2019 (fonte: slanted.de)
Slanted n.34, novembre 2019 (fonte: slanted.de)
Slanted n.34, novembre 2019 (fonte: slanted.de)
Slanted n.34, novembre 2019 (fonte: slanted.de)
Slanted n.34, novembre 2019 (fonte: slanted.de)
Slanted n.34, novembre 2019 (fonte: slanted.de)
Slanted n.34, novembre 2019 (fonte: slanted.de)
Slanted n.34, novembre 2019 (fonte: slanted.de)
Slanted n.34, novembre 2019 (fonte: slanted.de)
Slanted n.34, novembre 2019 (fonte: slanted.de)
Slanted n.34, novembre 2019 (fonte: slanted.de)
Slanted n.34, novembre 2019 (fonte: slanted.de)
Slanted n.34, novembre 2019 (fonte: slanted.de)
Altre storie
Tesori d’archivio: le etichette della frutta e della verdura di inizio ‘900