L’estetica giapponese è tanto riconoscibile quanto difficile da definire. La “giapponesità” — sia essa relativa a un oggetto, a un capo d’abbigliamento, a un pezzo d’arredamento, a una grafica, a un packaging, a un’illustrazione — tira in ballo concetti complicati da inquadrare nei nostri paradigmi occidentali, concetti che spesso non hanno neanche una traduzione precisa, come quello di Wa, che significa equilibrio, pace, armonia ma indica anche lo stesso Giappone (e non a caso è anche il titolo di un bel libro uscito qualche anno fa, relativo proprio al design giapponese e prodotto da Phaidon e da L’Ippocampo, a cura di Rossella Menegazzo, Stefania Piotti e Kenya Hara).

Andando a “zoomare” nel solo campo della progettazione grafica, oltre alla storica rivista Idea, che da decenni segue gli sviluppi del graphic design giapponese, a chi volesse nutrire la propria cultura visiva di tale evidente quanto ineffabile giapponesità consiglio un bel tumblr — gestito però da un gaijin — che si chiama Gura Fiku.

“Made in Japan”, Viction:ary, maggio 2018
(fonte: victionary.com)

Per fare però il punto su quelle che sono le attuali tendenze del Made in Japan nel settore della grafica (in senso ampio: dal packaging all’illustrazione) c’è un libro appena uscito, intitolato appunto Made in Japan, curato dall’editore hongkonghese viction:ary, che è specializzato esattamente in questo tipo di pubblicazioni, quelle che fotografano le tendenze del momento nell’ambito del progetto grafico.

In quasi 300 pagine, Made in Japan raccoglie le opere di 40 tra studi e designer giapponesi considerati tra i più interessanti e caratteristici per illustrare la scena contemporanea.

“Made in Japan”, Viction:ary, maggio 2018
(fonte: victionary.com)

“Made in Japan”, Viction:ary, maggio 2018
(fonte: victionary.com)

“Made in Japan”, Viction:ary, maggio 2018
(fonte: victionary.com)

“Made in Japan”, Viction:ary, maggio 2018
(fonte: victionary.com)

“Made in Japan”, Viction:ary, maggio 2018
(fonte: victionary.com)

“Made in Japan”, Viction:ary, maggio 2018
(fonte: victionary.com)

“Made in Japan”, Viction:ary, maggio 2018
(fonte: victionary.com)

“Made in Japan”, Viction:ary, maggio 2018
(fonte: victionary.com)

“Made in Japan”, Viction:ary, maggio 2018
(fonte: victionary.com)

“Made in Japan”, Viction:ary, maggio 2018
(fonte: victionary.com)

“Made in Japan”, Viction:ary, maggio 2018
(fonte: victionary.com)

“Made in Japan”, Viction:ary, maggio 2018
(fonte: victionary.com)

“Made in Japan”, Viction:ary, maggio 2018
(fonte: victionary.com)

“Made in Japan”, Viction:ary, maggio 2018
(fonte: victionary.com)