Emanuele Rosso, “Limoni – cronache di quotidiane resistenze sentimentali”, Coconino, ottobre 2017

Tipo che… è arrivato il libro

Il 2 aprile del 2015 era un giovedì, proprio come oggi, e debuttava su Frizzifrizzi Tipo che, una rubrica a fumetti il cui tema portante erano le relazioni sentimentali dei trentenni di oggi, tra gelosie, paranoie, Tinder, citazioni letterarie o ultrapop.
L’autore, Emanuele Rosso, è un fumettista e curatore e scrittore e ricercatore e insegnante e talvolta pure fotografo. Soprattutto, Emanuele, che è di Udine ma abita a Bologna, a pochi passa da casa mia, è quel che si dice un grande osservatore e ascoltatore, capace di tratteggiare complessi mondi interiori a colpi di matite e di dialoghi affilatissimi e realistici.

Non ricordo esattamente come nacque la rubrica. O meglio, non ricordo dov’è che me ne parlò, se nella sede di Hamelin, l’associazione con cui lavora, se durante qualche mostra, oppure seduti al baretto africano sotto casa sua (dove mi spiegò anche come funziona Tinder, che io, in coppia da oltre un decennio, non avevo idea di come funzionasse).
Rammento però che ne fui subito entusiasta, sia perché lo ritenevo già un’autore bravissimo sia perché ero molto curioso di capire io stesso come funzionavano le relazioni dei trentenni nell’era del web, visto che la mia, di relazione, era incominciata “in analogico”.

Per più di un anno mi sono abituato a ricevere via mail, quasi ogni settimana, un nuovo Tipo che, e a godermelo da solo prima di condividerlo, rigorosamente di giovedì, sempre alla stessa ora, le 14,00, con tutti i lettori di Frizzifrizzi. Finché, a inizio agosto del 2016, uscì la 36ª puntata. L’ultima, che aveva come special guest uno degli scrittori-feticcio di Emanuele, che guarda caso è pure uno dei miei: David Foster Wallace.
(“Caso” un corno, se mi piace così tanto il suo lavoro è proprio perché nelle sue storie la filigrama “fosterwallaciana” è ben evidente per chi conosce a menadito l’opera dell’autore di Infinite Jest.)

Emanuele Rosso, “Limoni – cronache di quotidiane resistenze sentimentali”, Coconino, ottobre 2017

Quelle 36 puntate — ripensate, modificate, ampliate e unificate in una storia coerente — sono diventate un libro, Limoni, che esce oggi ed è tra le prime pubblicazioni del nuovo, “ratigheriano” corso della casa editrice Coconino Press.

La notizia la sapevo già da un po’. Ma ammetto che ora, al momento di parlarne su queste pagine, ne sono sinceramente emozionato. Perché l’autore nel frattempo è diventato un amico. E perché tutto è partito proprio qui, in questo stesso posto. E qui, per l’ultimissima volta, ecco una tavola inedita, un nuovo Tipo Che che Emanuele ha voluto regalarci.
Godiamocelo. E poi filiamo a comprare Limoni, dal 19 ottobre nelle migliori librerie, sul sito di Coconino o su Amazon.

Altre storie
Linguaggio è guerra: da Yard Press la prima ristampa anastatica del libro d’artista di Fabio Mauri