Save the date | Guida galattica (illustrata) per autostoppisti

Ieri, 25 maggio, era il Towel Day e in tutto il mondo migliaia di persone l’hanno celebrato con un asciugamano.

Se — come spero — la maggior parte dei lettori sapranno già di che si tratta, apro una parentesi didattica per gli sfortunati (o fortunati, visto che hanno davanti ore di potenziale piacere da consumare con l’intensità che solo i verginelli un po’ attempati posso sperimentare)… per gli sfortunati, dicevo, che non si sono ancora imbattuti nei libri della saga della Guida galattica per gli autostoppisti dello scrittore inglese Douglas Adams.

Nato nel 2001, due settimane dopo la morte di Adams, da un’idea lanciata da un appassionato e postata su un forum che oggi non esiste più, il Towel Day si rifà all’oggetto più utile dell’intero universo, che la succitata guida sostiene essere appunto l’asciugamano.

La “Guida galattica per gli autostoppisti” dice alcune cose sull’argomento asciugamani.
L’asciugamano, dice, è forse l’oggetto più utile che l’autostoppista galattico possa avere. In parte perché è pratico: ve lo potete avvolgere intorno perché vi tenga caldo quando vi apprestate ad attraversare i freddi satelliti di Jaglan Beta; potete sdraiarvici sopra quando vi trovate sulle spiagge dalla brillante sabbia di marmo di Santraginus V a inalare gli inebrianti vapori del suo mare; ci potete dormire sotto sul deserto di Kakrafoon, con le sue stelle che splendono rossastre; potete usarlo come vela di una minizattera allorché vi accingete a seguire il lento corso del pigro fiume Falena; potete bagnarlo per usarlo in una combattimento corpo a corpo;…

La pagina della guida — un libro nel libro — va avanti così per un po’. Ma ciò che dimostra la grande intuizione di Adams, oltre al fatto di vedere l’asciugamano in azione svariate volte nel corso dei cinque romanzi della serie, è che ogni “adamsiano” ha aneddoti personali legati all’utilità dell’asciugamano, che ha molte più funzioni di un qualsiasi coltellino svizzero. Per quanto mi riguarda, ad esempio, ci ho riparato finestre dagli spifferi, ucciso terribili insetti volanti, l’ho usato come cuscino, sciarpa, proteggi-mano mentre davo cazzotti su mobili Ikea che non volevano incastrarsi, attrezzato mini-picnic al parco, avvolto oggetti delicati sbatacchiati qua e là durante un trasloco.

Illustrazione di Gloria Faureiana Martinelli

La Guida e libri successivi formano quella che è probabilmente la più divertente storia di fantascienza di sempre. Laddove divertente non fa rima con demente ma intelligente.
Chiunque l’abbia letta l’ha amata — o almeno così pensavo. Perché un paio di giorni fa, parlando al telefono con Sara, lei mi ha raccontato di conoscere gente che l’ha letta ma a cui non è piaciuta.
«Che?!», ho sbuffato io.
«Sì, esatto», ha detto lei.
«Credevo che le opzioni fossero solo due. O non la conosci o ti piace».
«E invece no».
E alla fine abbiamo concluso entrambi con un «cazzi loro Addio, e grazie per tutto il pesce».

Sara è Sara Teofilo. Uno scricciolo con 2000 punti energia che per qualche anno ha collaborato con Frizzifrizzi e, insieme ad Andrea Vittone e Maristella De Paoli, è la fondatrice di Gomma – piccolo e gioioso festival dell’illustrazione.
Sara, Andrea e Maristella ovviamente sono degli “adamsiani”. Ogni anno festeggiano il Towel Day e quest’anno si sono organizzati per fare qualcosa di più: la Guida Galattica (Illustrata) per gli Autostoppisti.

Illustrazione di Federico Zeta Zottis

La Guida Galattica (Illustrata) per gli Autostoppisti è un box. Dentro ci sono 30 tavole formato A5 sulle quale 6 artisti — Federico Zeta, Owl, Pierpaolo Paoletti, Giada Gunetti, Gloria Martinelli e Saratià — hanno disegnato alcune scene del primo libro della serie. Sul fronte l’illustrazione, sul retro la descrizione.
E oltre alle 30 tavole, in ogni box c’è anche una stampa in risograph.

La presentazione del progetto è prevista per domenica, con una festa a tema-asciugamano presso Santeria Paladini 8, a Milano, durante la quale si potrà acquistare la guida illustrata.
Tra l’altro, per chi si presenta con l’asciugamano c’è uno sconto di 2 Euro e uno shottino di Gotto Esplosivo Pangalattico (il miglior drink esistente, ndr).

Illustrazione di Giada Gunetti

All’evento, inoltre, saranno anche esposte le tavole originali, ci sarà un mercatino con le produzioni dei sei illustratori, e poi dj-set, reading galattico e lista cocktail a tema.

E ora lasciatemi chiudere con una poesia Vogon.

Oh, acciacciato grugnosco, le tue minzioni mi appaiono
Come ciance di sebi su luride api.
Deh! Impiacciami, imploroti, sgabazzone rampante
Sciasciami, sprusciami, sprusciami coi crespi tentachili
O ti strapperò gli sputtoni coi miei scassagangli, CAPITO?

Guida Galattica (Illustrata) per gli Autostoppisti

QUANDO: 28 maggio 2017 | 16,00 — 22,30
DOVE: Santeria Paladini 8 | via privata Ettore Paladini 8, Milano
INFO: faceboook