Save the date | The Illustrated Survival Exhibition

illustrated_survival_exhibition_0

Hanno realizzato quelle stesse copertine che poi, quando andiamo in libreria, ti fanno bloccare di colpo e, come una calamita, avvicinarti al volume, inoculandoti al contempo quel virus senza cura chiamato “curiosità” che ti fa sfogliare le pagine per capire se spendere quel tanto che basta per portarti a casa il libro ed entrare nel suo mondo.

Hanno disegnato le illustrazioni o le infografiche di decine di interviste e pezzi di approfondimento per quotidiani e riviste, che poi ti godi la domenica mattina accoccolato sul sofà, o nel tuo momento di tranquillità, seduto sulla tazza del cesso, al riparo dalla vita che scorre chiassosa nel resto della casa.

Gaia Nasi per Feltrinelli
Gaia Nasi per Feltrinelli

Spesso non ci fermiamo neanche a leggerli, i nomi degli autori che hanno sintetizzato, raccontato, trasformato, dato nuova linfa, lanciato verso l’iperuranio testi inediti o classici attraverso le loro illustrazioni, figurati se ci fermiamo a pensare a tutto quello che è il processo creativo che dall’idea porta a quella copertina, a quel libro, a quell’immagine in apertura della sezione “cultura” del giornale.

Ma lo scopo di una mostra come The Illustrated Survival Exhibition—organizzata dal Mimaster di Milano in collaborazione con il Laboratorio Formentini per l’editoria—è proprio questo: tradurre attraverso video, bozzetti, commenti degli art director, idee scartate e rielaborate, il mestiere dell’illustratore nel campo dell’editoria (quella tradizionale ma anche i nuovi scenari dell’online e delle app).

Protagonisti dell’esposizione, quegli studenti che negli ultimi sei anni hanno realizzato lavori per realtà come Penguin, The New York Times, Feltrinelli, Repubblica e ilSole24Ore grazie ai progetti di collaborazione attivati dal Mimaster.

Beatrice Cerocchi per il New York Times
Beatrice Cerocchi per il New York Times

E oltre alla mostra l’iniziativa è accompagnata da tutta una serie di incontri e laboratori (su prenotazione ma gratuiti, tranne uno) dal titolo Com’è fatto?, che passeranno in rassegna—grazie a docenti d’eccezione—temi che vanno dal lato più creativo a quello più pratico della professione dell’illustratore, come la creazione di un personaggio, il riuscire a costruire da soli una piccola mostra d’illustrazione, capire come muoversi tra fisco, contratti e marketing, scoprire il dietro le quinte di un film d’animazione (nel caso specifico, Iqbal-bambini senza paura, in uscita proprio in questi giorni e raccontato dal regista in persona), disegnare e programmare un videogame per il web, usare i social per promuoversi, come nasce un grande quotidiano nazionale, come scrivere email e contattare i clienti, come ideare, sviluppare e disegnare un logo, e come realizzare la copertina di un libro.

[cbtabs][cbtab title=”INFO”]THE ILLUSTRATED SURVIVAL EXHIBITION
e la serie di incontri e laboratori “Com’è fatto?”

QUANDO: 10 novembre — 16 dicembre 2015
OPENING: 10 novembre | 18,00
DOVE: Laboratorio Formentini per l’editoria | via Marco Formentini 10, Milano
CONTATTI: facebook | [email protected] | programma degli incontri e dei laboratori | prenotazioni[/cbtab][cbtab title=”MAPPA”][/cbtab][/cbtabs]

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.