fbpx
iude

IUDe: a Torino, uno store collettivo da non perdere

iude

Pare che Torino sia una di quelle città speciali che ti mettono a tuo agio. Una di quelle città in cui trovare un po’ di tutto, un po’ ovunque. Pare anche che al momento Torino sia una delle città più “creative” d’Italia e per questo, e perché ne abbiamo voglia, questa volta parliamo di IUDe, un progetto che trova il suo spazio fisico proprio in questa città meravigliosa.

IUDe sta per Indepedent Upcoming Designers: in sostanza, è uno store collettivo di cinque fashion designers, “concettualmente” autonome nelle proprie creazioni ma legate le une alle altre dal progetto piemontese. Le designers in questione sono Agata della Torre (Giuseppina Di Paola), Ombradifoglia (Elena Pignata), Morfosis (Alessandra Cappiello e Rita Mazzeo), Manuela Gomez e Formalibera (Melina Benedetto); vengono da luoghi diversi (Milano, Torino e Roma) e raccontano la moda, all’interno del loro “contenitore fisico”, ognuna secondo il proprio punto di vista.

Lo scorso 27 settembre hanno sfilato le collezioni che le ideatrici di IUDe hanno riservato a questa stagione autunno/inverno: in uno spazio originale come l’ex birrificio Metzger di Torino (la cui attività si è conclusa, dopo più di un secolo, nel 1975), per l’evento Mode-Werkstatt si sono animati abiti ed accessori che hanno dato vita ad un evento originale e, soprattutto, indipendente.

Nei negozi IUDe (il primo store in Via Melchiorre Gioia, nato ad aprile 2011, si è infatti “sdoppiato” ed ha dato vita ad una nuova sede che si trova in Via Marco Polo, 38) ci si può imbattere in collezioni che si legano ai più svariati spunti e che tengono conto dei diversi backgrounds delle loro artefici: trovano posto influenze del mondo dell’arte e dell’architettura e rimandi alla tradizione sartoriale più rigorosa  e ad una certa ispirazione neoclassica; balzano subito all’occhio i materiali di pregio e l’artigianalità studiata, elementi che rendono i capi – a volte realizzabili anche su misura (come nel caso della designer Formalibera) – dei pezzi unici fatti di femminilità e spessore.

Altre storie
enzo mari marco velardi
L’eredità di Enzo Mari