•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

C’è il Cervus acquaticus, con la sua tipica coppia di corna e l’antenna luminosa; c’è il Fangopalla, che vive in superficie e ha i caratteristici occhi a mandora; c’è pure il Caccamostro, che mangia boyscout e turisti (ma solo quelli anglosassoni) e poi spara sentenze dal sedere.
E poi Il Buru, la Lucertola acchiappa citrulli, il Polipello dai lunghi capelli neri, la Sirena di lago, il tremendo e dispettoso Tristosauro Selvatico Mangiapennarelli e persino il temibile Uomo sul pedalò, che ha il suo habitat tra l’acqua e il bagnasciuga, si nutre di sandwich e indossa il tradizionale cappello di paglia.

Se non li hai mai visti è perché non hai guardato bene. Loro, i mostri del lago, si nascondono negli abissi, si rintanano tra i canneti e quelli che riescono a raggiungere la riva si “infrattano” dietro ai cespugli o in mezzo agli alberi.
Vorresti forse biasimarli? Dopotutto li chiamiamo “mostri”! E le parole sono tanto potenti da poter mettere al bando o in gabbia chiunque — che siano animali rari, bestie di fantasia, persone con la pelle di un altro colore o che parlano lingue esotiche e si comportano in modo “strano” (eccola qua, un’altra di quelle parole potentissime capaci di scatenare disastri).

gif-lago-bestiario-anteprima

Sono in tutto 63 le creature che vivono nel piccolo Lago di Lago, a Revine Lago (sì, sembra una filastrocca: Al lago di Lago di Revine Lago…, prosegui tu), appena 0,4 km2 di superficie per 4,3 metri di profondità. E sono stati i bambini a trovarle tutte. Non a caso: sono gli unici, assieme agli artisti, agli scrittori, ai matti e ai visionari, in grado di superare i rigidissimi doganieri appostati sul confine tra immaginazione e realtà.

Francesco Croce e Sara Pellegrino, gli ideatori del progetto, insieme a Morena Faverin, tempo fa si sono presentati a un gruppo di bambini dai 4 ai 10 anni — quell’età in cui «la percezione di buono e cattivo è profondamente diversa e quindi la loro fantasia è in grado di dare vita a creature ampiamente diverse tra loro», spiegano —, si sono fatti passare per esploratori specializzati in creature fantastiche e hanno chiesto loro di descrivere e disegnare le creature del lago.

Da quel laboratorio è poi nata l’immagine e la comunicazione della XII edizione del Lago Film Fest, straordinario festival che si apre oggi (fino al 30 luglio) proprio a Revine Lago, in provincia di Treviso, dedicato ai documentari, ai cortometraggi e alle sceneggiature, con un programma di eventi che va ben oltre il cinema e prevede concerti, presentazioni, talk e mostre.

Inoltre dalle finissime e fantastiche capacità esplorative dei bambi è uscita fuori anche la lista di 63 bestie — ciascuna con le sue caratteristiche fisiche, habitat, abitudini alimentari — affidate poi al talento di altrettanti illustratori, che hanno prestato le loro matite, i loro pennelli, le loro tavolette grafiche, dando vita, su carta, all’immaginario dei piccoli.

bestiario-advertising

Il tutto è stato raccolto in un libro, il Bestiario Criptozoologico Lacustre, che vede tutti assieme tante nostre vecchie conoscenze: Nicola Alessandrini, Monica Alletto, Patrizio Anastasi, Claudio Bandoli, Beatrice Bellassi, Claudia Bernardi, Alberto Brunello, Michele Bruttomesso, Fabio Buonocore, Fabio Consoli, Elena Corsaro, Andrea Dalla Barba, Davide Baroni, Andrea De Santis, Francesco Del Re, Fabrizio Des Dorides, Giuseppe Di Carlo, Oscar “Odd” Diodoro, Dottor Pira, Elisa Fabris, FRA!, Paolo Gallina, Giada Ganassin, Michela Giordani, Nicola Giorgio, Giovanna Giuliano, Matteo Giuntini, Giovanni Grauso, Girolamo Giannatempo, Mattia Iacono, Krio Special, Bruno Letizia, Elisa Macellari, Annapaola Martello, Ettore Mazza, Veronica Merlo, Eleonora Moretti, Virginia Mori, Marta Muschietti, Norma Nardi, Andrea Olimpieri, Giordano Poloni, Alessandro Ripane, Francesca Riz, Paola Rollo, Rossana Ronja, Jacopo Rosati, Anna Sandri, Elena Scilinguo, Elisa Seitzinger, Eleonora Simeoni, Daniele Simonelli, Marina Stecca, Davide Bart. Salvemini, Elisa Talentino, Turbokrapfen, Paolo Villanelli, Noemi Vola, Violet not the color, Beatrice Zampetti, Corinne Zanette, Marica Zottino e Carlo Zulian.

Infine io e Pietro Minto abbiamo avuto il grande, grandissimo, bestiale onore di scrivere ciascuno una prefazione (immaginifica la mia, territoriale quella di Minto).

Il libro, in vendita a prezzo scontato durante il Lago Film Fest, verrà poi venduto anche in altre occasioni.
Nel frattempo, qua sotto, alcuni dei disegni dei bambini oltre a una piccola selezione delle opere realizzate dagli artisti per il libro.

Marta Muschietti, “Bodongo natante lacustre”

Marta Muschietti, “Bodongo natante lacustre”

Francesco Del Re, “Bufo esapode corridore”

Francesco Del Re, “Bufo esapode corridore”

Elisa Seitzinger, “Caccamostro”

Elisa Seitzinger, “Caccamostro”

Elisa Macellari, “Fangopalla”

Elisa Macellari, “Fangopalla”

Dottor Pira, “Gionni Sombrero”

Dottor Pira, “Gionni Sombrero”

Paolo Villanelli, “Grande Cervo Re”

Paolo Villanelli, “Grande Cervo Re”

Monica Aletto, “Il Buru”

Monica Aletto, “Il Buru”

Davide Bart Salvemini, “Islandor”

Davide Bart Salvemini, “Islandor”

Alessandro Ripane, “Mostro della Laguna Nera”

Alessandro Ripane, “Mostro della Laguna Nera”

Virginia Mori, “Polipello”

Virginia Mori, “Polipello”

Elisa Talentino, “Serpentide”

Elisa Talentino, “Serpentide”

Nicola Alessandrini, “Sirena di lago”

Nicola Alessandrini, “Sirena di lago”

Noemi Vola, “Tristosauro Selvatico Mangiapennarelli”

Noemi Vola, “Tristosauro Selvatico Mangiapennarelli”


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •