Cinepanetype: alla scoperta dei caratteri tipografici di cinepanettoni e commedie all’italiana

Classe 1992, Federico Rossini è un giovane designer grafico e illustratore veronese.
Recentemente laureatosi presso l’università IUAV di Venezia, come tesi di laurea ha realizzato una pubblicazione dedicata a uno dei più grandi cartellonisti italiani, Renato Casaro, autore di centinaia di locandine cinematografiche, gran parte delle quali rimaste nell’immaginario comune: quelle della Trilogia del dollaro di Sergio Leone, quasi tutti i manifesti dei film della coppia Bud Spencer & Terence Hill, i primi tre Rambo, Terminator 2, Conan il distruttore, Atto di forza, La storia infinita, Il nome della rosa, e poi lavori per registi come Bernardo Bertolucci, Francis Ford Coppola, Dario Argento, Miloš Forman.

Intitolato L’ultima firma, il libro-tesi di Rossini approfondiva anche il lettering utilizzato nei cartelloni, spesso riproposto anche nei titoli di testa dei film. Appassionatosi al tema, e ispirato anche dalla grande e ricca produzione di Casaro di locandine per le commedie all’italiana — in tutte le possibili versioni, da quelle d’autore ai cinepanettoni, dalle commedie sexy a quelle romantiche — Rossini ha recentemente creato un account Instagram dedicato proprio al lettering e ai font di questo genere di pellicole: Cinepanetype.

(fonte: instagram.com/cinepanetype)

«Cinepanetype nasce dalla voglia di rendere visibile un aspetto nascosto della grafica del cinema minore italiano. Mi ha affascinato osservare il cinema comico trash italiano sotto il punto di vista di un graphic designer fissato con il lettering, nello specifico mettendo in luce i fotogrammi che riconducono ai titoli dei film e tentando di trovare il font digitalizzato utilizzato, a volte scoprendo che si tratta di lettere realizzate a mano», mi ha spiegato il giovane designer, che ha già postato pietre miliari come Febbre da cavallo, Eccezzziunale… veramente, Vieni avanti cretino,Vacanze di Natale, L’allenatore nel pallone.

P.S.
Per chi ama il genere, Rossini ha da parte anche un’altra chicca: Boldciaga, dove la commedia trash incontra i fashion victim.

(fonte: instagram.com/cinepanetype)
(fonte: instagram.com/cinepanetype)
(fonte: instagram.com/cinepanetype)
(fonte: instagram.com/cinepanetype)
(fonte: instagram.com/cinepanetype)
(fonte: instagram.com/cinepanetype)
Altre storie
Marion Bataille è la protagonista del nuovo numero di Unidentified Paper Object