fbpx
ventana group

Ventana Group presenta EXPO³

ventana_group

Rapide andate e ritorno in giornata per partecipare a presentazione imperdibili perché lo sapete quasi tutti ormai se posso non dormo a Milano, pernottamenti in Hotel di ogni genere perché si sa come è la città in questa settimana, bollicine francesi che presentano cose o semplicemente accompagnano pasti con amici, feste toooop o super toooop ma più spesso molto meno toooop di quelle che ti aspetti, una babele di lingue, tante facce di colori diversi ma ugualmente smaniose di vedere quanto più possibile e di partecipare a quanto di meglio offre il calendario, imbucandosi se l’occasione lo richiede e lo consente, vestiti (o dovrei dire outfit?) dai colori più variopinti delle code di mille pavoni e dalla fogge imprevedibili, sandali e stivali di pelliccia nella stessa stanza con buona pace della primavera in corso, una pluralità di racconti, di avventure, di viaggi, cibo condiviso, amici milanesi, italiani, americani e greci da riabbracciare, prodotti osservati, ammirati, toccati, descritti e desiderati.

Ecco cosa è stata per me fino ad oggi la Design Week, la fiera ovvero il Salone del Mobile ciò per cui tutti è iniziato, quello non lo ho mai visto. E se me lo chiedete non so bene manco perché. Quest’anno però grazie ad un invito di Ventana Group farò ammenda e visiterò Salone e Salone Satellite.

Ventana Group è un’azienda italiana che opera nel M.I.C.E. (ovvero Meeting, Incentive, Conference, Exhibition) e Leisure Travel, da oltre 15 anni. In buona sostanza, supporta le altre aziende nell’organizzazione di viaggi, predispone e gestisce trasferte aziendali, eventi, congressi, servizi di ospitalità e sistemazione in ambito fieristico, ma anche viaggi di piacere di alto profilo. Tanto da diventare nel 2008 partner di Fiera Milano S.p.A. e agenzia viaggi ufficiale di tutte le fiere organizzate a Fiera Milano e Fieramilanocity, incluso il Salone del Mobile.

Per EXPO 2015, Ventana presenta EXPO³, un concept che offre al cliente la possibilità di vivere l’Esposizione Universale in maniera tridimensionale, ovvero attraverso tre proposte fondamentali:
– EXPO1 – Explore The Exhibition, riunisce il meglio della tradizionale offerta di Ventana concentrandosi sulla visita alla manifestazione e comprende servizi di ospitalità, ticketing e booking.
– EXPO2 – Experience Sustainability, si concentra sul tema cardine dell’edizione del 2015 “Nutrire il pianeta. Energia per la vita” e consiste in un’offerta di prodotti e servizi ideata ad hoc per l’Expo e orientata al tema della sostenibilità. Massima espressione ne è il programma “BeSt” – Beautiful Sustainable events and travels, nato dalla joint venture tra Ventana Group e il WFP Italia, il Comitato Italiano del Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite che combatte la fame nel mondo.
– EXPO³ – Expand your mind è un invito ad ampliare i propri orizzonti approfittando dell’Esposizione Universale per scoprire il territorio italiano attraverso itinerari di tipo culturale, percorsi enogastronomici dal nord al sud Italia o eventi di lifestyle, come per esempio il Festival del Cinema di Venezia e la settimana della moda milanese. È stata predisposta, in partnership con Poste Italiane e il “Kit del turista”, una soluzione integrata di servizi multicanale ideata per seguire il visitatore dal suo “progetto di viaggio” (attraverso un portale e applicazioni mobile multilingua), poi durante il soggiorno (attraverso una carta PostePay ad hoc) e infine anche dopo la partenza (grazie ad una piattaforma integrata di e-commerce).

In occasione del Salone 2014 Ventana ha deciso di tarare queste proposte anche facendole provare a me ed ad altre 4 colleghe.
Il 10 e 11 aprile visiterò Salone e Salone Satellite scortata e coccolata da un team Ventana, che pare abbia in serbo per me qualche sorpresa.

«In pratica, ti faranno fare la cavia Fra?», chiede qualcuno «Ma sanno quanto sei esigente?»
«Sì lo sanno, ma sono disposti a correre il rischio…»
Vi farò sapere presto come è andata!

Altre storie
urbarium semen 1
Urbarïum Semen, un taccuino per “urbaristi” alla scoperta della città