Il museo virtuale del cavatappi

Il museo virtuale del cavatappi

Non ho idea di cosa capiti nella vita di un uomo che lo spinga a mettersi a collezionare cavatappi. Ma d’altronde forse meglio questi – almeno servono a qualcosa di utile e ricreativo, come aprire una bottiglia di vino – piuttosto che bustine di zucchero o tappi delle penne biro.

Ad ogni modo, se siete interessati all’argomento – ma anche no – vi consiglio di farvi un giro al museo virtuale del cavatappi.
Il sito è organizzato malissimo ed è una vera e propria trappola che vi farà sprecare decine di clicks a vuoto, ma la collezione vale davvero la pena di vederla: tra antiquariato e modernariato, esemplari animaleschi, licenziosi, astronomici…
Ce n’è per tutti i gusti.
Anche se dopotutto la cosa davvero importante è saperli usare bene, e non rompere il tappo di sughero!

co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.