Travelogue Tel Aviv: la città israeliana vista dagli occhi di uno studente straniero

Classe 1993, di origine svizzera ma nato a Berlino da una famiglia di artisti e progettisti, Samuel Patthey è un illustratore, grafico e animatore che negli ultimi tre anni si è fatto conoscere nei festival di tutto il mondo grazie a un cortometraggio realizzato come tesi di laurea presso l’Università di Scienze e Arti Applicate di Lucerna, con il quale ha racimolato alcuni premi prestigiosi e, più di recente, è stato selezionato tra le Staff Pick Premiere di Vimeo.

Frutto di un semestre passato a Tel Aviv, nel 2016, nell’ambito del programma di scambio studentesco, il filmato, intitolato Travelogue Tel Aviv, si sviluppa come un classico sketchbook di viaggio, solo che quello di Patthey prende vita, raccontando tutte le contrastanti impressioni raccolte durante la permanenza nella città israeliana, tra la scatenata vita notturna e gli allarmi antimissile, l’architettura modernista e gli ebrei ortodossi, i senzatetto che frugano nella spazzatura e i soldati armati fino ai denti, il traffico caotico e i vicoli deserti.

«Dopo poche ore di cammino per le strade strade, ero già stupito dallo strano mix di culture e sensazioni. Pertanto, per comprendere meglio la città, ho deciso di disegnarne ogni angolo. Attraverso gli schizzi, avrei potuto prendere tempo per poter davvero “sentire” il posto», ha raccontato Patthey a Vimeo.
Inizialmente l’idea non era quella di trasformare quegli appunti visivi in animazione ma, una volta tornato in Svizzera, il giovane designer e illustratore ha deciso di lavorare su quelli per la sua tesi di fine corso.
Il risultato è un interessante e vivace narrazione fatta di frammenti che restituiscono bene la complessità di un luogo che è una delle capitali mediterranee del divertimento e, al contempo, vive in un costante stato di allerta.

(fonte: samuelpatthey.com)
(fonte: samuelpatthey.com)
(fonte: samuelpatthey.com)
(fonte: samuelpatthey.com)
(fonte: samuelpatthey.com)
(fonte: samuelpatthey.com)
(fonte: samuelpatthey.com)
Altre storie
Toscolano Paper: a Toscolano Maderno si fa la carta a mano come secoli fa