L’information design nei decenni, in versione “carta da parati”

Di base a Washington D.C. e con un passato da analista matematica al Pentagono, Alli Torban ha cominciato ad appassionarsi di design e visualizzazione dei dati durante la maternità. Per imparare i fondamentali di una disciplina complessa come la “dataviz”, nel 2018 ha deciso di aprire un podcast — Data Viz Today — coinvolgendo alcuni professionisti e affrontando temi di particolare interesse per giornalisti, designer e analisti.

Oggi, con decine di puntate del podcast all’attivo, Torban lavora a tempo pieno come consulente di information design. Lo scorso aprile la designer ha aderito all’iniziativa The100DayProject — che da anni coinvolge migliaia di persone in tutto il mondo, alle prese, come da titolo, con un progetto da portare avanti per 100 giorni, postandone via via i risultati sui social — e ha iniziato la serie Data Viz Designer’s Wallpaper, una sorta di allenamento creativo, ricerca e divertissement che consiste nel disegnare delle potenziali carte da parati utilizzando varie modalità di rappresentazione dei dati, ma immaginandole come fossero state realizzate nel passato, in annate ben precise, in base alle mode e alle estetiche caratteristiche dell’epoca.

Il risultato lo sta man mano postando su Twitter, in un lunghissimo thread che è partito dal 1920 (esattamente un secolo fa) e proseguirà fino al 2020.
Nel momento in cui scrivo Torban ha appena iniziato gli anni ’90, mentre su Instagram raccoglie le varie decadi in post che al momento sono arrivati agli anni ’50.

Altre storie
Il nuovo numero di MacGuffin è dedicato alla scrivania