È stato durante un tirocinio presso il Yorkshire Wildlife Trust che Rachael Nellis ha avuto l’idea di fondare un magazine. Avendo ricevuto il compito di realizzare un progetto per raccontare le bellezze della natura a bambini e ragazzi, Rachel si è messa a leggere e studiare riviste su riviste ma, da dislessica e con una scarsa formazione scientifica, ha trovato troppo complicata la maggior parte delle pubblicazioni sul tema: da qui la scintilla che innescato tutto il percorso che poi l’ha portata ad aprire — insieme a Josef Shaw, come lei recentemente laureato in discipline artistiche — un semestrale capace di trattare in maniera semplice ma efficace la flora, la fauna e tutte le attività artistiche e creative legate all’ambiente.

Quel semestrale si chiama Bumble — che inglese rimanda a significati come maldestro (bumbling), inciampare e vagare disordinatamente (to bumble) ma anche al ronzìo (bumble) e al calabrone (bumblebee) — e il primo numero è uscito in settembre, con in copertina una bellissima cetonia aurata immortalata dallo svedese Göran Liljebergs, che è specializzato in macrofotografia naturalistica ed è anche ospite di Bumble insieme ad altri artisti della fotografia e dell’illustrazione.

Dedicato principalmente a ciò che si può trovare tra i prati, i parchi, le campagne e le coste inglesi, Bumble propone interviste, piccoli approfondimenti e guide.
La prima uscita si può acquistare online.

Bumble. n.1, settembre 2018
(fonte: bumblemagazine.co.uk)

Bumble. n.1, settembre 2018
(fonte: bumblemagazine.co.uk)

Bumble. n.1, settembre 2018
(fonte: bumblemagazine.co.uk)

Bumble. n.1, settembre 2018
(fonte: bumblemagazine.co.uk)

Bumble. n.1, settembre 2018
(fonte: bumblemagazine.co.uk)

Bumble. n.1, settembre 2018
(fonte: bumblemagazine.co.uk)

Bumble. n.1, settembre 2018
(fonte: bumblemagazine.co.uk)

Bumble. n.1, settembre 2018
(fonte: bumblemagazine.co.uk)

Bumble. n.1, settembre 2018
(fonte: bumblemagazine.co.uk)

Bumble. n.1, settembre 2018
(fonte: instagram.com/bumble_mag)