fbpx
Artigenio: l'Italia che dà forma alle idee

Artigenio: il concorso per maker di MERCEDES-BENZ sceglie i 3 finalisti

Sponsorizzato

Coltelli, caratteri mobili e sistemi modulari ispirati alla natura: a chi andranno i 10.000 Euro in palio per il concorso Artigenio?

Lo scorso dicembre abbiamo segnalato un concorso per maker nato dalla collaborazione tra Mercedes-Benz Vans e Confartigianato.
L’iniziativa, denominata Artigenio, metteva in palio 10.000 Euro per quei nuovi artigiani che fossero riusciti a presentare un oggetto di design, un’idea particolarmente interessante o una nuova tecnologia.

A dimostrazione del fermento di cui parlavo nell’articolo, a candidarsi sono stati oltre 500 e sono stati ben 80 i progetti presentati. Ed è proprio tra questi che la giuria—composta a sua volta da artigiani già affermati—ha scelto i tre finalisti, tre idee molto differenti tra loro ma, visti i temi di cui solitamente parliamo qui su Frizzifrizzi, assolutamente allo stesso livello di “interessanza” (beati gli anglosassoni che hanno una parolina apposta).

Artigenio: l'Italia che dà forma alle idee

Alberto Gariboldi, Francesca Colonia e Sara Vignoli—questi i nomi dei tre maker—hanno quindi avuto l’opportunità di raccontarsi e raccontare il loro progetto attraverso un video, soprattutto per convincere il pubblico a votarli sul sito esprimendo la propria preferenza (e c’è ancora qualche giorno per farlo). La giuria avrà il suo bel daffare visto che tutti quanti sono degli ottimi esempi di innovazione e di recupero, in chiave contemporanea, delle tradizioni.

C’è ad esempio Alberto, che è un giovane coltellinaio di Lecco. 26 anni, una bella barba d’ordinanza, Alberto spiega che i coltelli a serramanico hanno solitamente dei limiti, come ad esempio quello di avere la lama uguale o più piccola del manico e una resistenza non sempre ottimale alle sollecitazioni.

Da qui l’idea di inventare un nuovo coltello, dal nome che sembra evocare una di quelle armi misteriose e fantasiose che inventi da bambino: il Coltello rototraslante, che è appunto più resistente del normale, permette di avere la lama più lunga del manico (fino al 150%!) e anche di fissarsi in una posizione intermedia per essere usato ad esempio come piccozza.

Poi c’è Francesca, che restaura vecchi caratteri mobili. Romana, con studi di decorazione alle spalle, ha cominciato usando vecchi torchi di fine ‘800 e appassionandosi così al mondo della tipografia artigianale, fino ad aprire un laboratorio di stampa che fa anche tanta ricerca, andando a recuperare e restaurare macchine e caratteri ormai non più utilizzati.

Il suo progetto si chiama Nuovi Alfabeti e l’intenzione è quella di andare a riutilizzare antichi alfabeti, ricreando pure le eventuali lettere, numeri, simboli mancanti. E inoltre di creare un font ex novo, non soltanto digitale—come ormai capita nella stragrande maggioranza dei nuovi caratteri tipografici—ma anche in forma fisica.

E infine c’è Sara, che è laureata in architettura, ha 29 anni ed è affascinata dalle strutture della natura, soprattutto quelle che non puoi vedere ad occhio nudo ma scoprire soltanto attraverso un microscopio, lì dove l’apparente casualità delle forme lascia spazio all’ordine e alla razionalità dei legami tra cellule.

Proprio a quelle strutture Sara si è ispirata per 3D Elements of Nature, una serie di 7 elementi modulari in materiali riciclati o biodegradabili che, combinati tra loro in infiniti modi, possono andare a creare delle pareti piene di nicchie in cui mettere piante e luci a led, ed essere utilizzate sia per gli interni che per gli spazi pubblici—ad esempio per dei giardini verticali.

Come anticipato, la scelta su chi si porterà a casa i 10.000 Euro per realizzare il progetto non è per niente facile.
Sappiamo però chi si è già aggiudicato la “menzione alla comunicazione” per l’idea più notiziabile: è Francesca Mavilla con Arteciclo, progetto di realizzazione di esemplari unici di biciclette attraverso l’assemblaggio personalizzato ed il restauro creativo di cicli usati.

Per restare aggiornato sulle novità del concorso puoi seguire anche la pagina Facebook di Mercedes-Benz Vans, che ha lanciato l’iniziativa, in collaborazione con Confartigianato.

Alberto Gariboldi, “Coltello Rototraslante”
Alberto Gariboldi, “Coltello Rototraslante”
Francesca Colonia, “Nuovi Alfabeti”
Francesca Colonia, “Nuovi Alfabeti”
Sara Vignoli, “3D Elements of Nature”
Sara Vignoli, “3D Elements of Nature”
co-fondatore e direttore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Giovanni Abbatepaolo hofmann marco pagan
Hofmann 1.0.0: dal giovane designer Giovanni Abbatepaolo un tool per celebrare il centenario di Armin Hofmann