fbpx
reading design 4

Reading Design: un sito raccoglie i migliori contributi scritti sul design (di ogni tipo e di ogni tempo)

In un sito che raccoglie — come da titolo — alcune delle più interessanti “letture” a proposito di design, nomi come Dieter Rams, Milton Glaser, Josef Albers, Rem Koolhaas e Norman Foster ti aspetti di sicuro di trovarceli.
Quel che non ti aspetti, invece, è di vederli fianco a fianco con personaggi che arrivano da mondi apparentemente lontanissimi, che col design non hanno nulla a che spartire, come ad esempio Oscar Wilde ed Edgar Allan Poe.

Ma i fondatori di Reading Design, progetto nato dall’idea di un gruppo di blasonatissimi professionisti (principalmente architetti) con l’intento di creare un archivio online di testi critici capaci di abbracciare l’intero ambito della progettazione (quindi anche grafica, moda, urbanistica, arredamento), non badano solo all’apparenza e vanno dritti alla sostanza: forse una dotta lezione di Oscar Wilde sulla decorazione d’interni vale meno della celebre lista Ten things I have learned di Glaser? E un articolo del 1840 pubblicato sul Burton’s Gentleman’s Magazine, a firma Edgar Allan Poe, sulla “filosofia dei mobili” non può dare spunti esattamente come una lista di note sparse scritte da Guy Debord sull’architettura o i dieci principi di Dieter Rams?

reading_design_1

Se è tra le pieghe della storia che spesso si trovano gli indizi sul mondo che verrà, allo stesso modo è in mezzo a ciò che a prima vista potrebbe sembrare fuori tema e fuori luogo che s’intrecciano i nodi più interessanti della cultura, quelli capaci di—cito la presentazione del sito—“provocare, deliziare, illuminare, ispirare, informare ed eventualmente far infuriare”.

Organizzati in un pratico indice, a sua volta costruito in modo da spingere il lettore a curiosare non solo tra i nomi degli autori ma anche tra i macro- e micro-temi sviluppati, i testi raccolti da Reading Design sono in costante aggiornamento e provengono da libri, cataloghi, articoli e lezioni. Alcuni sono recenti, altri meno, solo una piccolissima parte è inedita ma tutti sono capaci di far scattare quell’interruttore che ha sotto di sé l’etichetta “pensiero creativo”.

reading_design_5
reading_design_6
Altre storie
daily routines press release
La routine quotidiana di cinque designer