Farm Anatomy

Nato e cresciuto in campagna (dove però ero tra quelli “fighetti” senza nonni o genitori che lavoravano nei campi), la prima volta che vidi un motoscafo, al mare, gridai a mio padre “guarda babbo, un trattore!”. Roba da vergognarsi per tutti gli anni a venire. E in effetti da allora ogni volta che sento un razzo che sfreccia tra i mari mi torna in mente la scena.
D’altra parte, però, zii, nonne, padri di amici e baby-sitter mi hanno sempre fatto notare, con disgusto, che i bambini di Milano neanche lo sanno com’è fatto un pollo, che credono sia già spellato e pronto da mettere al forno come quelli del supermercato.

Quindi, per non rischiare su entrambi i fronti con la mia urbanizzata figlioletta, meglio spiegarle fin dall’inizio come funziona la vita di campagna, sperando nella traduzione italiana di Farm Anatomy, splendido libro illustrato dell’illustratrice newyorkese (ma con marito campagnolo) Julia Rothman.
Di prossima uscita, lo puoi già preordinare su Amazon.
E occhio ai trattori-motoscafo.

via

co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (1)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.