Da fare al pranzo di Natale

Quando i parenti più anziani, paonazzi in viso per eccesso di vino e colesterolo, crolleranno su divani e poltrone per il pisolino voi fregategli i bicchieri e di fronte al parentame che già inizia a sparecchiare o a scartar torroni e panettoni, iniziate a suonare.
Se poi trovate anche un zia che vi accompagna alle percussioni (ossa di pollo su dentiera), meglio ancora.

Altre storie
Giant Steps di John Coltrane “ascoltata” con gli occhi di un sinestesico