vIAggi: un alfabeto delle città del mondo, creato dall’intelligenza artificiale

Fondato a Milano quasi dieci anni fa da Edoardo Santamato e Benedetto Papi, lo studio di comunicazione Invasione Creativa lavora principalmente nel campo dell’identità visiva e della pubblicità (chi abita a Milano ricorderà bene, probabilmente, la mappa della metro con le destinazioni sostituite dai pianeti di Star Wars apparsa qualche anno fa per lo Star Wars Day).

Come molte e molti di coloro che operano in questo settore, anche Santamato e Papi guardano con molta curiosità alle opportunità e alle potenzialità in continua evoluzione della cosiddetta Intelligenza Artificiale, che — tra allarmismo ed eccitazione, tra distopia e utopia, tra chi la considera l’inizio della fine del mondo e chi invece ci vede dentro un futuro di piena automazione che libererà l’essere umano dal lavoro — solleva perlopiù reazioni estreme.
Chi lavora nell’industria creativa, tuttavia, sposa più che altro la prospettiva razionale di chi desidera comprendere davvero come funzioni questo complesso sistema di tecnologie — ce ne sono molte, anche assai diverse tra loro, tutte comunemente etichettate come AI —, cosa ci si possa fare, e se e come siano effettivamente in grado di dare una mano nel lavoro di chi fa comunicazione e progettazione, al contempo provando a testarne i limiti, perché sono proprio quei limiti a rassicurare che, perlomeno nel prossimo futuro, non arrivi un “cervellone” a sostituire legioni di designer e affini.

(courtesy: Invasione Creativa)

Un primo tentativo di sperimentazione fatto da Invasione Creativa un paio di anni or sono, con strumenti ancora poco potenti, era relativo al logo design. Poi, qualche settimana fa, ne hanno tentato un altro (lo abbiamo linkato nella nostra newsletter), sempre sullo stesso tema, stavolta con un “tool” più veloce e robusto, cioè Discodiffusion, messo a disposizione dalla piattaforma Colab di Google.
Attraverso Discodiffusion è possibile “chiedere” alla macchina di disegnare immagini a partire da descrizioni precise (in maniera non molto differente da DALL·E mini, con cui ultimamente stiamo giocando un po’ tutte e tutti), ed è da qui che è nato anche l’ultimo progetto/esperimento di Invasione Creativa, cioè vIAggi.

«Visto che ci avviciniamo al periodo delle partenze ci siamo chiesti: ma perché non proviamo a viaggiare per il mondo chiedendo aiuto proprio all’intelligenza artificiale?» spiegano Santamato e Papi, che hanno ordinato al “cervellone” di rappresentare i monumenti più importanti di alcune città del mondo in immagini che prendessero la forma della loro iniziale.
Ecco quindi che Atene diventa una A, Berlino una B, il Cairo una C e via così.
«Il risultato? A nostro dire incredibile» dicono da Invasione Creativa. «Se questa è l’alba dell’AI non vediamo l’ora di vedere cosa ci riserverà il futuro prossimo!».

Tutto il progetto si può vedere qui, dove ci sono anche altre lettere, poi scartate.

(courtesy: Invasione Creativa)
(courtesy: Invasione Creativa)
(courtesy: Invasione Creativa)
(courtesy: Invasione Creativa)
(courtesy: Invasione Creativa)
(courtesy: Invasione Creativa)
(courtesy: Invasione Creativa)
(courtesy: Invasione Creativa)
(courtesy: Invasione Creativa)
(courtesy: Invasione Creativa)
co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.