Partecipa al Booktober. Dal 1º al 31 ottobre.

Bisticci | Race

In queste nostre elucubrazioni, si è già avuto modo di parlare di razze, oggi vogliamo farlo in modo ancora più esplicito.
Per farlo usiamo un bisticcio in inglese, come ogni tanto capita di scrivere, che è stato spedito a quel Lucio Villani il cui libro di ricordo dei vent’anni dal G8 ho raccontato qualche mese fa.

Race  
Razza, ma anche Competizione

Quando, nel mio continuare a scavare nei dizionari e nelle espressioni, nell’appuntarmi parole e suoni in un’unica infinita nota sullo smartphone, ho incontrato race, sono rimasto come impietrito, disturbato. 
I miei bisticci sono sostanzialmente dei giochi di parole, lo so e ne sono anche molto felice, sono leggeri quanto possono e decorativi nel loro farsi quadretti o cartoline o stampe o libri, ma per me sono anche una riflessione sul linguaggio e sulla potenza evocativa delle singole parole.

Race è una parola che mi ha colpito molto più di altre perché se chiudo gli occhi e la faccio suonare da sola — /reɪs/ —, se la illumino nel mio cervello come un’unica scritta luminosa — R A C E —,  si accende qualcosa di negativo e graffiante. Vedo la razza, la competizione, mi accorgo che l’uomo nel prevaricare i suoi simili ha utilizzato il concetto di razza, ma lo fa anche nel prevaricare la natura selezionando cagnolini particolarmente piccoli o bovini particolarmente capaci di produrre latte. Una specie di loop.

Race. Anche il suono graffia e si arrota, è capace di aggrapparsi a qualcosa per rimanere forte, attivo, e scalciante, per scomparire come al suono di una pistola, farsi forza e poi consumarsi inutilmente.

Mi pare che le parole abbiano un significato e un portato specifico. Spesso, anche se alcune sembrano tra di loro sinonimi, mi pare che in realtà dovremmo stare più attenti a come le usiamo.
Specie umana, ad esempio, è decisamente migliore di razza umana.
E run, mi piace di più che race.

autore della rubrica “Bisticci”
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.