Jacket Required: copertine per autobiografie inesistenti

Se la storia della tua vita fosse un romanzo, come si intitolerebbe? E quale sarebbe la copertina?
Si tratta di due domande apparentemente semplici, capaci però di innescare (perlomeno in chi non ha già una forma mentis da copywriter oppure un’autobiografia nel cassetto) quel flusso di coscienza capace di stenderti al tappeto o farti precipitare sul divano evaporando nuvolette piene di mumble mumble.

In realtà, a chi avesse già iniziato a pensarci, annunciamo che c’è chi si occuperà della copertina, perché sta proprio qui il succo del progetto Jacket Required, nato dall’idea del designer canadese Steve St. Pierre.
Di base a Ottawa, St. Pierre lanciò qualche anno fa una sfida a sé stesso: disegnare una copertina di libro al giorno, chiedendo al suo pubblico di fornirgli l’input principale: il nome, che sarebbe poi diventato quello dell’autore o dell’autrice, e il titolo della propria ideale autobiografia.
Da allora sono passati cinque anni, e il designer ha deciso di rispolverare il format e rilanciarlo.

Chiunque potrà usare questo form e, compatibilmente col tempo e col numero di richieste, St. Pierre trasformerà quei pochi dati in una copertina.

(courtesy: Steve St. Pierre)
(courtesy: Steve St. Pierre)
(courtesy: Steve St. Pierre)
(courtesy: Steve St. Pierre)
(courtesy: Steve St. Pierre)
(courtesy: Steve St. Pierre)
(courtesy: Steve St. Pierre)