Una storia di lettere

A proposito del potere narrativo delle font, su Print Magazine Steven Heller ha tirato fuori una vera chicca del passato, un’opera giovanile del grande designer grafico americano Tom Geismar, che a 23 anni, mentre studiava a Yale, realizzò un libretto autoprodotto intitolato 26 racconti di dolore, in cui ogni lettera dell’alfabeto ha una piccola disavventura in rima intimamente connessa al proprio stile tipografico.

Tom Geismar, “26 tales of woe”, 1956
(fonte: printmag.com)
Tom Geismar, “26 tales of woe”, 1956
(fonte: printmag.com)
Tom Geismar, “26 tales of woe”, 1956
(fonte: printmag.com)
Tom Geismar, “26 tales of woe”, 1956
(fonte: printmag.com)
Tom Geismar, “26 tales of woe”, 1956
(fonte: printmag.com)
Tom Geismar, “26 tales of woe”, 1956
(fonte: printmag.com)
Tom Geismar, “26 tales of woe”, 1956
(fonte: printmag.com)
Tom Geismar, “26 tales of woe”, 1956
(fonte: printmag.com)
Tom Geismar, “26 tales of woe”, 1956
(fonte: printmag.com)
Tom Geismar, “26 tales of woe”, 1956
(fonte: printmag.com)
Tom Geismar, “26 tales of woe”, 1956
(fonte: printmag.com)
Tom Geismar, “26 tales of woe”, 1956
(fonte: printmag.com)
Tom Geismar, “26 tales of woe”, 1956
(fonte: printmag.com)
Tom Geismar, “26 tales of woe”, 1956
(fonte: printmag.com)
Tom Geismar, “26 tales of woe”, 1956
(fonte: printmag.com)
Tom Geismar, “26 tales of woe”, 1956
(fonte: printmag.com)
Tom Geismar, “26 tales of woe”, 1956
(fonte: printmag.com)
Tom Geismar, “26 tales of woe”, 1956
(fonte: printmag.com)
Tom Geismar, “26 tales of woe”, 1956
(fonte: printmag.com)
Tom Geismar, “26 tales of woe”, 1956
(fonte: printmag.com)
Tom Geismar, “26 tales of woe”, 1956
(fonte: printmag.com)
Tom Geismar, “26 tales of woe”, 1956
(fonte: printmag.com)
Tom Geismar, “26 tales of woe”, 1956
(fonte: printmag.com)
Tom Geismar, “26 tales of woe”, 1956
(fonte: printmag.com)
Tom Geismar, “26 tales of woe”, 1956
(fonte: printmag.com)
Tom Geismar, “26 tales of woe”, 1956
(fonte: printmag.com)
Tom Geismar, “26 tales of woe”, 1956
(fonte: printmag.com)

[via]

co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.