Yumaki

Quando devo passare la notte in hotel ho l’abitudine di portarmi le versioni “fighette” di tutto il necessario da toilette: potrei portarmi dentifricio e spazzolino che uso a casa e al posto di ingombrare il beauty case con un intero flacone di profumo riempire la taschina interna con le decine di campioncini omaggio – a volte dello stesso profumo che uso in quel momento. E invece no. Per i viaggi ho un dentifricio da hipster, uno spazzolino minimal dalle linee ‘anni 70 e sacrifico spazio utile portando uno o addirittura due bottigliette di profumo, oltre al deodorante (troppo) costoso e a volte persino un mini-kit da cucito che comunque non utilizzerò mai visto che non saprei dove mettere le mani. Abitudine, la mia, del tutto risibile, frutto di una malcelata ossessione per le tracce che mi lascio dietro. Dopotutto in albergo colui o colei che viene a rifarti il letto e a cambiare asciugamani e carta igienica si fa un’idea di te solo da quel che vede: come hai sistemato le tue cose nel guardaroba (pure se devo fermarmi una sola notte sono uno di quelli che tira fuori tutto, riempie i cassetti, appende giacca, camicia e pantaloni agli appendini), quanti asciugamani hai usato, cos’hai sul comodino. E l’idea che gli altri si fanno di me, nel mio delirio interiore, vorrei poterla controllare almeno per quanto mi è possibile. E poi è l’hotel in sé che stimola la pazzia.

Quindi di fronte a spazzolini da denti che sembrano pezzi di design, come quelli del marchio giapponese Yumaki, la prima cosa che mi è venuta in mente non è stata chiedermi se fossero morbidi o se sarebbero stati bene nel mio bagno quanto piuttosto la reazione (sicuramente nessuna) della cameriera o del cameriere ai piani di fronte al mio nuovo, fiammante Yumaki modello Black (quello della foto in alto) o un bicolore modello Trinidad.
Lo so, questa è roba da new dandy e io ringraziando il cielo non lo sono. Ma merito lo stesso una cucchiaiata sui denti. Prima e dopo i pasti.

co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.