fbpx
american graffiti

America Graffiti

american graffiti

Di fast food, hamburger e patatine fritte  il nostro bel Paese è ormai pieno zeppo, ma tra catene wordwide e chioschi ambulanti, da un paio d’anni è comparso l’America Graffiti, una realtà che punta a ricreare l’atmosfera tipica dei Diner americani, come quelli che puoi trovare nell’omonimo film da cui ha preso il nome.

Riccardo è sempre stato un appassionato dell’american way of life, soprattutto della cultura (e sottoculture annesse: Rockabilly, Biker) degli anni Cinquanta e dopo vari viaggi in terra statunitense, ha deciso di dare l’opportunità ai suoi compaesani di entrare nel sogno americano, cenando in un accogliente ristorante come quelli che aveva incontrato in Arizona, Nevada e nei pressi di un lago a nord della California, senza bisogno però di attraversare mezzo mondo. Apre così nel febbraio 2008 a Forlì il primo America Graffiti, attirando fin da subito orde di gente da tutta la Romagna (per mesi il locale era inavvicinabile senza prenotazione) e seguito a ruota da una serie di altre aperture in tutta la regione, fino alla creazione di una rete in franchising.

Il motivo di questo successo? Un menù ricco e curato, che spazia dai classici hamburger (degno di nota il Double-double, se vi sentite molto affamati!) alla cucina tex-mex, alla gustosa carne alla griglia, agli spaghetti con polpette di Lilli & il Vagabondo, tutto da accompagnare con la Big Boss, la birra artigianale firmata America Graffiti; se dopo tutto ciò hai ancora un po’ di spazio, puoi assaggiare anche il finger food e una serie di dolci very american e very good. Ma a differenza dalle classiche catene di fast food, l’obiettivo qui è di ricreare l’atmosfera di quei dinner a gestione familiare on the road, che si riscontra nella cura con cui viene preparata ogni pietanza, oltre che nell’arredamento tipico (da ogni viaggio negli USA, Riccardo e il suo team ritornano carichi di vecchi poster, juke box, insegne e tutto ciò che aiuti ad entrare negli anni Cinquanta americani) e nella colonna sonora rigorosamente rock’n’roll.

Visti i riscontri positivi, nel corso degli ultimi anni sono stati aperti anche un America Graffiti Sea Food (menù a base di pesce), un Country Diner e America Graffiti Fast Food ed Express in centri commerciali, oltre allo store di Forlimpopoli, dove puoi trovare abbigliamento e accessori rockabilly, biker e pin up, oltre a libri, dischi e molto altro. Ma non è ancora finita, sono in programma molte altre aperture in tutta Italia e non solo e un punto di forza di questo progetto è anche il fitto calendario di eventi: concerti, presentazione di libri, spettacoli di burlesque, raduni d’auto e moto d’epoca.

Ma quello a cui sono più curiosa di partecipare (da spettatrice), si terrà oggi 1 marzo a Forlimpopoli, sotto il nome di “You vs Big Boss”: cinque impavidi dallo stomaco di ferro sfideranno il grande Boss, in una gara a colpi di megaburger da 20 etti, accompagnati dalla birra artigianale di cui vi parlavo prima, il tutto da consumarsi in 20 minuti. Si tratta della prima tappa di un evento itinerante che andrà a toccare tutti gli America Graffiti e che potete scoprire visitando anche la pagina Facebook.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
ALTOS HUICHOL 5
Le bottiglie di Altos Tequila, decorate una a una dalle artigiane Huichol