Jules Kim ha saputo farsi apprezzare in tutto il mondo. Ne hanno parlato tra gli altri Vogue, Elle e Numero. Hanno indossato le sue creazioni celebrities quali Karen O, Beyonce, Kim Kardashian e Katy Perry. Cosa piaccia del suo brand, Bijules, non è difficile da capire.
Il lavoro di Kim è in primis incentrato sulla rivoluzione del concetto stesso di jewelry che, da semplice accessorio, diventa vero e proprio elemento di contrasto, imponendo una personalità propria, che affascina. Una personalità che, però, non mette mai in secondo piano quella della cliente.

Ogni collezione si propone di trasmettere tanto un look quanto un’idea, un unico camaleontico concept che permetta di esprimere un lato di sé attraverso piccole opere di design rock’n’roll.
Proprio la collezione Rock Collection ci introduce nel mondo degli anelli Bijules, dalla struttura semplicissima, ma con in cima lavorazioni used. Per chi ama i bijou più classici sono adatte invece le perle della serie “The Seize Kind”, che non si fanno comunque mancare aggressivi inserti gold o sovrapposizioni per creare ad esempio il cosiddetto “detached articulated pearl ring”, di modo da poter indossare un unico anello, o quattro in contemporanea.

Altre storie
LenzuoLino: la riscoperta di un “nuovo” antico lino passa per un corredino da culla