7am | Simone Barbieri

7 foto e 7 domande, alle 7 di mattina, a fotografi che si svegliano presto o non sono ancora andati a dormire.
Oggi è la volta di Simone Barbieri (qui il suo sito).

Ciao Simone, quanti anni hai e di dove sei? Da quanto scatti foto?
Ho 33 anni e sono di Milano. Scatto foto dal 1996 con una Canon AT1 trovata dai miei genitori a Venezia qualche anno prima.

La tua attrezzatura?
Uso svariate macchine analogiche, piccolo e medio formato, oltre alla Canon AT1 anche AE1 Program, Eos 300, Prima Twin-S e Prima Zoom 90, Polaroid Autofocus 4000, Olympus Mju II, Trip 35 e Mamiya RB67. Per il digitale prima Nikon D70s, adesso D90.

Cosa fai quando non fai foto?
Lavoro, dormo, guardo film, cucino, pulisco casa e cerco di seguire il mio blog fotografico in cui pubblico immagini di altri.

Descrivimi la tua stanza.
Più che una stanza è una casa, l’ho comprata da pochi mesi con la mia compagna. Non è ancora tutta arredata, ma ci sono sparse in giro un po’ di mie foto pronte da appendere.

La tua macchina fotografica pesa quanto…
Non tanto, in alcuni momenti non pesa niente perché non la uso.

Se il tuo immaginario fosse un film? O un libro?
Prendi i soldi e scappa di Woody Allen.

Un fotografo/a che mi consigli di tener d’occhio?
Oltre ai maestri Ghirri, Martin Parr, Nan Goldin etc etc, te ne consiglio 5: Pierpaolo De Angelis, Helenio Barbetta, Daniela Attanasio, Elena Atzori, e Nicolò Fattori.

Altre storie
A.A.A. il cut-up di Carla Rak pubblicato sul Giornale delle Pulci di Palermo