Frizzifrizzi aveva parlato del baffo nel lontano 2008.  Dopo due anni in circolazione, questo trend non si è ancora esaurito. Se qualcuno non l’ha ancora fatto, sarebbe ora di scrivere La fenomenologia del baffo.
Per farvi un’idea – seppur minima – di quanto c’è in circolazione riguardo ai baffi, potete sfogliare questo illuminante raccoglitore su Tumblr, FYMustaches.

Tra le altre produzioni dell’ultimo periodo, c’è anche Peut-Feutre, from Sardinia. Marchio creato lo scorso anno da Glamjem e Eisenauer (rispettivamente Valentina e Carol) con una piccola collezione di spille, portachiavi e altri accessori realizzati in feltro, ecopelle, denim e cotone. Ogni mese il tema cambia, hanno iniziato dai baffi e il prossimo mese si passerà ad altro (surprise surprise)

Se volete avere qualche idea, potete visualizzare le foto caricate sul loro profilo di Facebook, dove c’è anche una sorta di catalogo da cui potete partire per scegliere il baffo che più vi si addice. Va da sé che sono fatti a mano uno per uno, per cui se avete particolari esigenze, potete contattarle, come sempre, .

A breve, inoltre, potete acquistare le loro creazioni anche sullo shop online.
Stay moustache.