Ayala Bar

In questo periodo mi sento una gazza ladra, sono attratta ed alla continua ricerca di gioielli colorati e sgargianti, così quando ho ricevuto la presentazione dei lavori di Ayala Bar non ho potuto resistere.
Ayala è una creatrice di gioielli israeliana, che disegna e produce monili unici da oltre 15 anni. I suoi sono gioielli preziosi e sofisticati, miniature, vere opere d’arte.

La collezione per questa estate comprende esemplari coloratissimi e fatti a mano con frammenti di tessuto, fili, pietre, vetri e perline.

co-fondatrice e caporedattrice
  1. sono bellissimi!!! li compro da anni ( soprattutto orecchini) e possiedo diverse collezioni..ho appena visto la nuova collezione autunno-inverno e nn saprò resistere…

  2. Sono bellissimi!!!! Mia figlia Irina di origine russa, al V anno di liceo Artistico vorrebbe fare uno stage di gioielli. Mi piacerebbe che potesse fare esperienza in uno di questi laboratori, anche se continuerà a studiare all’Accademia delle Belle Arti.
    Renata Gobbo

  3. Sono anche io da anni un'appassionata di Ayala Bar. A milano li vendono da Controbuffet, in via Palermo zona Brera, ma più collane che orecchini. Poi le intere ollezioni le vende una gioielleria di Catania che si chiama Beppe Gioie. Piccola, ma fornitisima di orecchini e collane. A milano sarà prossimamente in vendita l'intera collezione al Macef Bijoux, alla fiera del gioiello dal 27 al 30 gennaio 2010 e poi a febbraio per un'altra fiera dal 25 al 27 febbraio presso lo stand Cloudnine dell'Asia Import in via tortona 58. spero di essere stata utile. Poi li trovate su E-Bay e li potete ordinare, arrivano in una settimana. Spero di esservi stata utile. Comuque sono bellissimi e quelli con le perle bianche, molto luminosi. A Catana ovviamente costano il 20% in meno di Milano, ca va sans dire…

  4. Carissime! A Milano Ayala Bar è stra-venduto e adorato dalla gioielleria Ivac, via turati 8 (piazza Cavour) ed anche Dori Csengeri!!!! La conoscete?! good shopping!

Commenta

Altre storie
B-Switch: una collezione di streetwear ispirata alla Bolognina e realizzata da 35 studenti delle superiori