Italian Sustainability Photo Award: un concorso di fotografia sulla sostenibilità con ben 15.000 Euro in palio

Sostenibilità ambientale, sostenibilità sociale e governance sostenibile: tre termini che tornano e ritornano nel dibattito pubblico, sulle pagine di economia e finanza dei giornali, nei bilanci delle aziende, spesso sotto forma di un “esoterico” acronimo — ESG, che sta per Environmental, Social, Governance — che in soldoni (letteralmente) significa che, per fare affari, le imprese devono (e sempre più dovranno) prestare attenzione all’impatto sociale e ambientale della loro attività.

Là fuori — per chi sa cercarle, e discernere tra l’oro e la pirite, il grano e la zizzania — è pieno di belle storie: storie di reale innovazione, di invenzioni e processi capaci di cambiare in positivo i paradigmi, di benefici tangibili apportati all’ambiente, al territorio e alle persone.
A chi sa raccontarle attraverso la fotografia è dedicato il concorso Italian Sustainability Photo Award.

Foto di Nicolò Panzeri, vincitore del Grant con il progetto “Feed Us”, sull’industria alimentare (courtesy: Italian Sustainability Photo Award)

Giunto alla seconda edizione, ideato dall’agenzia fotogiornalistica milanese Paralello Zero in collaborazione con la società d’investimento Pimco, l’ISPA è il primo nel suo genere in Italia.
È aperto a fotografe e fotografi di ogni età, esperienza e nazionalità, a patto che gli scatti siano stati realizzati sul territorio italiano e siano appunto relativi ai temi della sostenibilità ambientale, della sostenibilità sociale e della governance sostenibile.
Si può partecipare in tre categorie: foto singola (con un premio di 1.500 Euro per lo scatto vincitore), storia fotografia (3.500 Euro per la migliore) e grant (cioè un finanziamento di ben 10.000 Euro per un progetto fotografico da realizzare in sei mesi).

Nella scorsa edizione hanno partecipato in circa 250, di 16 nazionalità diverse, per un totale di più di 1.700 fotografie arrivate, e ad aggiudicarsi i premi sono statз Vittoria Lorenzetti (foto singola), Enrico Genovesi e Gianmarco Maraviglia (storia fotografica) e Nicolò Panzeri, che con la sua borsa da 10.000 ha sviluppato il bel progetto Feed Us, che è poi stato pubblicato su diverse riviste italiane e internazionali.

Foto di Nicolò Panzeri, vincitore del Grant con il progetto “Feed Us”, sull’industria alimentare (courtesy: Italian Sustainability Photo Award)

L’iscrizione al Italian Sustainability Photo Award è gratuita.
Ci sono due diverse deadline: 1 aprile 2021 per il grant e 6 settembre 2021 per la foto singola e la storia fotografica.
Tutte le informazioni per partecipare si trovano online.

La giuria di questa seconda edizione è presieduta dalla giornalista RAI Tiziana Ferrario e composta da Martina Bacigalupo, fotografa e direttrice della fotografia del magazine francese 6Mois, Renata Ferri, caporedattrice e photo editor di iO Donna, Lars Lindemann, direttore della fotografia di GEO Magazin Germania, e dal fotografo Luca Locatelli.

Foto di Vittoria Lorenzetti, vincitrice della categoria “Foto Singola” dell’edizione 2020 Stazione Pointe Helbronner, sul Monte Bianco, 3466 m. (courtesy: Italian Sustainability Photo Award)
Altre storie
Essere Catastrofe: la nuova uscita del progetto 045 Publishing