La Coppa Stadio: una sfida grafica a colpi di poster tra le 20 regioni italiane

Il tifo c’è stato, il sudore pure, e le sorprese non sono mancate, tra schiaccianti vittorie, sofferti confronti rimasti equilibrati fin quasi all’ultimo minuto, e persino un paio di squadre immaginarie scese in campo per seminare scompiglio.
1 2 1 2 2 2 1 2 1 2 racconta la schedina della prima giornata di Coppa Stadio, che ha visto infilare i virtuali scarpini 20 tra designer e studi grafici, ciascuno in rappresentanza di una regione italiana, per quella che è la prima competizione italiana calcistico-(tipo)grafica di cui si ha memoria.

Organizzata dalla fonderia tipografica fiorentina Zetafonts, la Coppa Stadio è nata per celebrare l’uscita di Stadio Now, font digitale che si basa sul carattere tipografico Stadio, progettato nel 1974 per Reber dal grande Aldo Novarese, del quale l’anno scorso si è celebrato il centenario della nascita (ne abbiamo parlato più approfonditamente qui).

Il carattere

È il revival di Stadio, carattere tipografico che il grande designer Aldo Novarese progettò nel 1974 per Reber, azienda specializzata in trasferibili con la quale collaborò a lungo.
Rimasto da allora confinato solo nell’ambito dei trasferibili, ora Zetafonts, in collaborazione con l’azienda, l’ha recuperato e digitalizzato.

La mappa

(courtesy: Zetafonts)

«Abbiamo concepito questo campionato come un’opportunità per coinvolgere alcuni dei migliori visual designer italiani, selezionandone uno per ognuna delle 20 regioni italiane. È un evento raro maneggiare materiale storico e di alta qualità come i disegni tipografici di Aldo Novarese. Dopo un lungo lavoro di digitalizzazione per trasformare il carattere originale in una grande famiglia di font, ci è venuto naturale il desiderio di condividere l’entusiasmo con coloro che sapevamo avrebbero apprezzato. E così è nata l’idea di un torneo tra designer» ha spiegato Cosimo Lorenzo Pancini, fondatore di Zetafonts insieme a Francesco Canovaro e Debora Manetti.

Designer e studi partecipanti hanno quindi disegnato un poster utilizzando Stadio Now e dedicandolo a una squadra — reale, più o meno conosciuta, oppure inesistente (è il caso della piemontese Nebiolo Foundry‘s Soccer Team e della valdostana Coumba Freida).

Le squadre

All Fonts Are Bastards (Lazio), Arnica Design (Valle d’Aosta), Basiq Design (Friuli), Davide Pagliardini (Liguria), Dopolavoro (Campania), Fra! Design (Calabria), Happycentro (Veneto), Leftloft (Lombardia), Mister Gatto (Marche), Mooggeene (Sardegna), Muttnik (Toscana), Bob Liuzzo (Sicilia), Francesco Paternoster (Basilicata), Francesca Perpetuini (Abruzzo), Rupert Graphic (Emilia), Giovanni Stillittano (Trentino), Studio 23.56 (Piemonte), Sunday Büro (Puglia), Testimanifesti (Molise), Zup Design (Umbria).

Le partite della Coppa si giocano ogni lunedì, per un totale di cinque settimane, sull’account Instagram @zetafonts e i risultati dei singoli scontri diretti dipendono dal pubblico, che voterà tramite le stories. C’è anche la “radiocronaca”, opera di ​Fabrizio Gabrielli, scrittore, giornalista e vicedirettore de l’Ultimo Uomoqui si può leggere quella relativa alla prima giornata.

Per la cronaca, i risultati hanno visto prevalere il Veneto sull’Emilia Romagna, la Sicilia sul Lazio, il Molise sulla Lombardia, il Piemonte sulle Marche, la Calabria sulla Puglia, la Valle d’Aosta sulla Liguria, l’Umbria sulla Sardegna, la Campania sul Trentino-Alto Adige, la Toscana sul Friuli-Venezia Giulia e l’Abruzzo sulla Basilicata.
A tutti coloro che stanno già storcendo il naso — per questioni campanilistiche o puramente grafiche — consiglio di star dietro ai prossimi “scontri” e contribuire a decidere i risultati seguendo Zetafonts.

Di seguito tutti i poster.

TERAMO | Francesca Perpetuini (Abruzzo)
(courtesy: Zetafonts)
MATERA | Francesco Paternoster (Basilicata)
(courtesy: Zetafonts)
COSENZA CALCIO | Francesco Caporale (Calabria)
(courtesy: Zetafonts)
NAPOLI | Antonello Colaps / Dopolavoro (Campania)
(courtesy: Zetafonts)
ATLETICO VAN GOOF | Alberto Mariani / Rupert Graphic (Emilia)
(courtesy: Zetafonts)
TRIESTINA | Basiq Design (Friuli-Venezia Giulia)
(courtesy: Zetafonts)
ROMA | All Fonts Are Bastards (Lazio)
(courtesy: Zetafonts)
GENOA | Davide Pagliardini (Liguria)
(courtesy: Zetafonts)
BRERA FC | Leftloft (Lombardia)
(courtesy: Zetafonts)
URBINO | Gianluca Camillini / Mister Gatto (Marche)
(courtesy: Zetafonts)
TERMOLI CALCIO | Marco Petrucci / Testi Manifesti (Molise)
(courtesy: Zetafonts)
STUDIO ARTISTICO NEBIOLO TORINO (squadra immaginaria della fonderia di caratteri Nebiolo) | Studio 23.56 (Piemonte)
(courtesy: Zetafonts)
LECCE | Marco Goran Romano / Sunday Buro (Puglia)
(courtesy: Zetafonts)
CAGLIARI | CC-NC Alessandro Congiu / Mooggeene (Sardegna)
(courtesy: Zetafonts)
CATANIA | Bob Liuzzo (Sicilia)
(courtesy: Zetafonts)
CS LEBOWSKI | Muttnik (Toscana)
(courtesy: Zetafonts)
FC SUDTIROL | Giovanni Stillittano (Trentino-Alto Adige)
(courtesy: Zetafonts)
PERUGIA | Riccardo Pierassa / Zup Design (Umbria)
(courtesy: Zetafonts)
COUMBA FREIDA | Raffaella Santamaria, Valentina Sesia / Arnica Design (Valle d’Aosta)
(courtesy: Zetafonts)
HELLAS VERONA | Happycentro (Veneto)
(courtesy: Zetafonts)
(courtesy: Zetafonts)
Altre storie
LogoArchive: un numero speciale sul design dei logo giapponesi