FLIM Flipbook Marche: realizzare un flipbook d’autore

La cittadina di Fabriano, nelle Marche, è sinonimo di carta da quasi otto secoli.
Grazie agli arabi, che importarono dall’oriente le tecniche di produzione, nacquero lì, lungo il corso del fiume Castellano (che oggi si chiama Giano), alcune delle prime cartiere d’Europa.

Le primissime notizie di botteghe di artigiani cartai risalgono al 1264 e fu proprio a Fabriano che, nel Medioevo, vennero introdotti quei miglioramenti tecnologici che portarono alla creazione della carta che conosciamo oggi: l’invenzione della filigrana, il segno di riconoscimento per risalire al fabbricante; l’uso della gelatina animale per la collatura superficiale del foglio (prima si usava amido, che aveva un deterioramento molto più rapido); la sostituzione di mortaio e pestello a mano (per battere gli stracci e ricavare le fibre) con delle pile idrauliche a magli multipli, in modo da avere fibre più omogenee.

Conosciuta in tutto il mondo, la carta di Fabriano sarà anche una delle protagoniste di un progetto editoriale che unisce arte, design e promozione del territorio: Flipbook d’autore per gli itinerari delle Marche. Marche in Flipbook!
Ideata dalla direttrice artistica e manager culturale Sabrina Maggiori e sviluppata dall’agenzia creativa tonidigrigio, l’iniziativa consiste nella pubblicazione a livello internazionale di sei flipbook, ciascuno dedicato a un itinerario turistico.
Cinque di essi sono già stati affidati ad altrettanti autori: l’illustratore e animatore Roberto Catani, la disegnatrice, scultrice e animatrice Beatrice Pucci (che abbiamo avuto l’onore di intervistare di recente), il fumettista Maicol & Mirco, l’animatrice Maria Steinmetz e l’animatrice Chintis Lundgren.
Il sesto, invece, dedicato proprio alla secolare relazione tra la città di Fabriano e la carta, sarà scelto attraverso un concorso, rivolto ad artisti e progettisti, professionisti e non, di nazionalità italiana o residenti in Italia.

In palio, oltre alla pubblicazione del flipbook, la vincitrice o il vincitore si porteranno a casa 1500 Euro e la possibilità — grazie al Museo della Carta e della Filigrana di Fabriano, di incontrare i mastri cartai fabrianesi per imparare le tecniche della lavorazione della carta.

La giuria che sceglierà l’opera vincitrice è composta da Sabrina Maggiori, Massimo Pigliapoco di tonidigrigio, Paola Marchegiani di Regione Marche, Alessio Trabacchini del BilBOLbul Festival Internazionale di fumetto e 001
Edizioni, e Andrea Pagliardi di ASIFA Italia, Associazione Italiana Film d’Animazione.

La deadline è fissata al 3 agosto 2020.
Tutte le informazioni per partecipare si possono scaricare qui.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre storie
Un sondaggio sull’impatto del coronavirus sul settore dell’illustrazione, del fumetto e dell’animazione