Passare ore davanti a cose belle e gratis? La nostra rubrica Tesori d'archivio è la soluzione.

Cronache da una città sommersa: 9 stampe d’autore per aiutare il laboratorio serigrafico Fallani Venezia

Quando capita un disastro naturale l’attenzione pubblica si focalizza — com’è ovvio che sia — sul quadro d’insieme. Cosa è successo, quando, dove, perché (se c’è un perché). Sono quattro delle celebri 5 W del giornalismo: manca il chi, ma quello di solito viene a galla dopo, quando si comincia a rimettere insieme i pezzi, metaforicamente e letteralmente, e pian piano emergono le singole storie, tutte differenti, tutte uniche, ma accomunate dal fatto di essere rimaste fatalmente intrecciate alla story line principale.

Il 12 novembre scorso 187 centimetri d’acqua hanno sommerso Venezia. Le immagini le abbiamo viste tutti, e nelle ore e nei giorni immediatamente successivi sono cominciate a spuntare anche le vicende, private e più o meno tragiche, delle tante persone coinvolte: sui giornali, in tv, dagli amici sui social network.

Una di queste storie è quella di Fallani Venezia, storico laboratorio di serigrafia dal quale — fin dalla fine degli anni ’60 — sono passati alcuni tra i maggiori artisti a livello mondiale, da Max Bill a Renato Guttuso, da Mimmo Rotella a Emilio Vedova, da Arnaldo Pomodoro a Emilio Tadini, da Mario Schifano a Concetto Pozzati, da Ugo Nespolo a Giorgio Cavazzano e Shepard Fairey.

Fondato da Fiorenzo Fallani e oggi gestito dal figlio Gianpaolo, il laboratorio non è stato risparmiato dalla marea.

Apocalyptic! @ Venezia, Italia

Pubblicato da Fallani Venezia su Martedì 12 novembre 2019

Opere, attrezzature e materiali hanno subito danni, in alcuni casi irreparabili.

The drying day… @ Fallani Venezia

Pubblicato da Fallani Venezia su Giovedì 14 novembre 2019

Proprio per questo un gruppo di amici vicini alla serigrafia Fallani Venezia ha deciso di lanciare Cronache dalla città sommersa, un’iniziativa di solidarietà nata dall’idea di Andrea Da Villa e Chiara Masiero Sgrinzatto con lo scopo di finanziare la ripartenza dell’attività.

Il set completo

Un primo gruppo di illustratori ha partecipato donando una propria grafica ispirata a Venezia, ciascuna prodotta in un’edizione limitata di 50 esemplari firmati e numerati.

Le serigrafie sono opera di (in ordine alfabetico) Bruno Bozzetto, Ale Giorgini, Riccardo Guasco, Franco Matticchio, Andy Rementer, Jacopo Rosati, Guido Scarabottolo, Lucio Schiavon e Olimpia Zagnoli — quindi ben tre generazioni di illustratori italiani (più Rementer che è americano ma che ha vissuto e lavorato qui in Italia per qualche anno) — e si possono acquistare online, sia singolarmente che tutte assieme.

Riccardo Guasco, “Venèxian Imprinting”
Lucio Schiavon, “Passarini Samurai”
Andy Rementer, “Gondoliere”
Olimpia Zagnoli, “Nel Blu”
Ale Giorgini, “<3enezia”
Jacopo Rosati, “Through the Lens”
Franco Matticchio, “Pesce Cane”
Guido Scarabottolo, “Acqua Alta”
Bruno Bozzetto, “Sig. Rossi”
Fallani Venezia, Gianpaolo Fallani
Fallani Venezia
Fallani Venezia
Altre storie
Tesori d’archivio: le prospettive fantastiche di Lorenz Stoer