Save the date | Except the clouds

Le foto di Bérangère Fromont in mostra da Minimum, a Palermo

Cosa
Berangère Fromont, “Except the Clouds”
Quando
26 settembre - 2 novembre 2019
Opening
26 settembre | 18,30
Dove
Minimum, via Giacalone 33, Palermo

In questi terribili anni successivi alla grande crisi economica del 2008, Atene è diventata una sorta di simbolo perfetto. Lì dove si è sviluppato il pensiero occidentale ed è stata inventata la democrazia, oggi, sotto l’ombra delle antiche rovine, si intrecciano le catastrofiche linee narrative di questo nostro doloroso presente: la glaciale austerity di un’Europa non dei popoli ma della finanza; la debolezza della politica; l’avanzata del populismo; il declino dell’Occidente e della stessa idea di democrazia; il disastro ecologico; le proteste e la repressione.

L’illustratore che dovesse vedersi commissionata da un art director una copertina avrebbe vita facile, vista l’abbondanza di metafore visive disponibili (e infatti…).
Ma è un’altra figura retorica quella che la fotografa francese Bérangère Fromont preferisce usare per la capitale greca: l’ossimoro.
«Atene è una città che racchiude in se l’ossimoro della città contemporanea. La sua appariscente eredità mitologica coesiste con l’attuale drammatica situazione economico-politica. È la città in cui il sole tramonta con mille luci, polverizzando le strade: una luce accecante, a tratti violenta, che rivela il suo volto oscuro», spiega Fromont, che alla metropoli considerata “la culla della civiltà” ha dedicato un progetto, Except the Clouds, attraverso il quale tenta di tradurre tale ossimoro in immagini, intrecciando diverse linee temporali e utilizzando approcci alla fotografia anche molto differenti — dal ritratto alle nature morte di oggetti isolati, dalle immagini d’archivio alla composizione grafica.

Berangère Fromont, “Except the Clouds”, Void, 2018 (courtesy: Void, Minimum)

Pubblicato come libro dalla casa editrice Void nel 2018, Except the Clouds prende il nome da un citatissimo e altrettanto potente testo tratto da Esperienza e povertà di Walter Benjamin, nel quale si sottolinea lo sradicamento, il disambientamento, la fine della trasmissione delle esperienze — dai più anziani ai più giovani — per chi tornava dalla tragedia della prima guerra mondiale: «Una generazione, che era andata a scuola ancora con il tram a cavalli, stava, sotto il cielo aperto, in un paesaggio in cui niente era rimasto immutato tranne le nuvole, e al centro — in un campo di esplosioni e correnti distruttrici — il minuto e fragile corpo umano».

Tra le rovine e le macerie — sia quelle esteriori che interiori — di un luogo e dei suoi abitanti (ma da un certo punto di vista quella di Fromont si tratta di una sineddoche: la parte, Atene, per il tutto, e cioè l’uomo contemporaneo alle prese con il declino della civiltà), la fotografa francese mostra l’oscurità ma va in cerca della luce, e la trova nella capacità di quei corpi fragili di «sollevarsi instancabilmente […] come fossero in una permanente rivoluzione».

Berangère Fromont, “Except the Clouds”, Void, 2018 (courtesy: Void, Minimum)

In bilico tra astrazione, documentazione e percorso spirituale, Except the Clouds si trasformerà in una installazione espositiva e aprirà la nuova stagione di appuntamenti di Minimum, spazio culturale fondato nel 2015 da Valentino Bellini, Michela Palermo e Simone Sapienza in un ex magazzino del centro storico di Palermo.

Curata da Void e prodotta Minimum con il supporto dell’Institut Français Palermo e di Bed&Book, la mostra aprirà il 26 settembre e sarà visitabile fino al 2 novembre 2019.
Il 24 ottobre, inoltre, sarà presente in studio Marco Marzocchi, altro autore pubblicato da Void (ne abbiamo parlato qui).

Berangère Fromont, “Except the Clouds”, Void, 2018 (courtesy: Void, Minimum)
Berangère Fromont, Untitled, 2018 (courtesy: Void, Minimum)
Berangère Fromont, Untitled, 2018 (courtesy: Void, Minimum)
Berangère Fromont, Untitled, 2018 (courtesy: Void, Minimum)
Berangère Fromont, Untitled, 2018 (courtesy: Void, Minimum)
Berangère Fromont, Untitled, 2018 (courtesy: Void, Minimum)
Berangère Fromont, Untitled, 2018 (courtesy: Void, Minimum)
Berangère Fromont, Untitled, 2018 (courtesy: Void, Minimum)
Berangère Fromont, Untitled, 2018 (courtesy: Void, Minimum)
Berangère Fromont, Untitled, 2018 (courtesy: Void, Minimum)
Berangère Fromont, Untitled, 2018 (courtesy: Void, Minimum)
Berangère Fromont, Untitled, 2018 (courtesy: Void, Minimum)
Altre storie
Save the date | Paw Chew Go: il festival d’illustrazione più bello di Milano