Frizzifrizzi è in vacanza fino a inizio settembre.

Due volumi di un libro illustrato di botanica dell’800 restaurati e messi online in un sito interattivo

Twining è un cognome familiare a tutti per via delle bustine e dei barattoli di tè che più o meno chiunque, prima o poi, ha avuto in casa (tra l’altro scopro ora che è anche il marchio che sta sul mercato da più tempo, addirittura dal 1787).
Il fondatore, Thomas Twining, fece una fortuna con la sua attività di mercante di caffè e di tè ed è anche grazie alla ricchezza accumulata da lui e dalle generazioni che seguirono che la sua pronipote Elizabeth Twining poté dedicarsi a tempo pieno alla studio dell’arte e del disegno e alla passione per la botanica.

Nata nel 1805 e cresciuta a Londra, Elizabeth pubblicò molti libri, il più celebre dei quali è Illustrations of the Natural Order of Plants, un’opera uscita in due volumi, il primo nel 1849 e il secondo sei anni più tardi.
Frutto dell’osservazione delle piante dei londinesi Kew Gardens e del Lexden Park, nel Sussex, il libro consisteva nella classificazione (non secondo il metodo di Linneo ma in base a quello di Augustin Pyramus de Candolle, considerato più “moderno” all’epoca della pubblicazione) di piante britanniche e straniere, e raccoglieva 160 litografie colorate a mano, tanto che da allora venne considerato come uno dei capolavori dell’illustrazione botanica.

(fonte: c82.net)

Oggi conservata presso il Museo di Storia Naturale di Londra, l’opera non è mai stata digitalizzata nella sua prima edizione, mentre si trovano le scansioni della seconda, che uscì nel 1868 e differiva dalla prima per via delle illustrazioni, completamente ridisegnate ma con una minore qualità di stampa.

Proprio da quelle scansioni è partito il designer Nicholas Rougeux, che le ha restaurate una a una, evidenziandone i colori, eliminando le imperfezioni delle pagine e gli errori di acquisizione del software, arrivando addirittura a separare ogni singola pianta dalle altre attorno, nelle illustrazioni, per costruire un mini-sito interattivo nel quale poter esplorare in maniera interattiva tutte le immagini e i testi di Illustrations of the Natural Order of Plants.

(fonte: c82.net)

Rougeux non è nuovo a imprese del genere, avendo già trasformato alcuni “tesori d’archivio” in versioni digitali aperte a tutti — vedi ad esempio The Elements of Euclid e Werner’s nomenclature of colours.

Oltre a poter consultare tutte e 160 le tavole, con tanto di testi, ci sono anche due poster, uno con le illustrazioni e l’altro con le somiglianze tra le varie piante.

(fonte: c82.net)
(fonte: c82.net)
(fonte: c82.net)
Altre storie
Quando Hank suonò per la signora Luna