7am | Romina Marchionni aka Rums

7 opere e 7 domande, alle 7 di mattina, ad illustratori che si svegliano presto o non sono ancora andati a dormire.
Oggi è la volta di Romina Marchionni.

Ciao Romina, di dove sei, quanti anni hai e da quanto fai l’illustratrice?
Ciao! Sono di Caldarola, un piccolo paese dell’entroterra maceratese. Ho 25 anni e disegno da quando ho iniziato a tenere in mano una matita. Per un periodo l’ho un po’ accantonato, poi ha preso il sopravvento con più forza di prima.

Matita o penna grafica?
Entrambe. Parto sempre con uno schizzo a matita o penna su qualsiasi foglio volante che trovo, di quelli da stampante oppure sulla mia moleskine. Una volta fermata l’idea, successivamente decido come verrà sviluppata. Di solito sul risultato finale prevale l’utilizzo del pc e quindi della tavoletta grafica.

Cosa fai quando non disegni?
Hmm… quando non disegno penso a cosa potrei disegnare! Guardo immagini ovunque; mi faccio dei gran bei viaggi mentalmente, ed esco anche un po’ fisicamente!

Cosa c’è sulla tua scrivania?
Sulla mia scrivania c’è il mio portatile con mille cavi attorno: della tavoletta grafica, dell’hard disk, dell’usb… poi c’è la mia macchinetta fotografica, un libro, alcuni fogli, dei fazzoletti, un astuccio con pennarelli ed una scatola con le matite ed alterno una tazza di thè da una di tisana.

Un disegno pesa quanto…
Dipende. Se è una cosa che sento particolarmente pesa tantissimo. E’ una parte di te che esponi agli altri, diventa un “disegnone” bello pieno di emozioni e sentimenti. Poi ci sono altri che non ti toccano in prima persona e quelli pesano giusto i minuti, le ore o qualche giorno che impieghi per farli.

Un libro di cui vorresti illustrare la copertina e un film di cui vorresti fare il poster.
E’ una domanda che non mi ero mai posta. Forse qualche storia contemporanea o magari di fantascienza.

Un illustratore o un’illustratrice che mi consiglieresti?
Vorrei consigliarvi Simone Fratini in arte Don Sanone.

Altre storie
280 pittogrammi (da scaricare e usare gratuitamente) per raccontare il Giappone