Partecipa al Booktober. Dal 1º al 31 ottobre.

Le friulane “allagiulia”

Quando ho scoperto il brand Allagiulia, mi è venuta voglia di andare a cercare se esiste un abbigliamento tipico delle mie parti e fare lo stesso lavoro che Giulia Campeol ha fatto con le pantofole tipiche della tradizione friulana.
Dette anche papusse, furlane o scarpet, nascono nelle campagne friulane alla fine della Seconda Guerra Mondiale, come scarpe di fortuna, realizzate con materiali di scarto: copertoni di bicicletta per avere suole impermeabili, sacchi di juta per le imbottiture e vecchi stracci e scampoli di tessuto per le tomaie.

Giulia, come molte di voi che stanno leggendo queste righe, è abituata a vivere la normale vita di tutti i giorni “con i piedi per terra”, lasciando i tacchi a riposare nella scarpiera; tuttavia voleva qualcosa di alternativo alle ballerine ed ecco l’idea geniale: andare a rispolverare un classico della tradizione della sua terra, riproponendolo però con materiali ricercati.
Dietro il lavoro di Allagiulia c’è un grande amore per il passato, per l’artigianalità e per un gusto di altri tempi: ha aperto gli armadi delle nonne, curiosato nei mercatini, scovando splendidi tessuti e pezzi vintage che ora rivivono una seconda volta trasformandosi in queste particolari scarpette.

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.