1993-2001 | L’era Backstreet Boys

A cavallo dell’era Take That, che pure non ho vissuto perché in quegli anni con la testa ero da tutt’altra parte, è iniziata l’era Backstreet Boys.
In fondo invidio un po’ chi in quel periodo, per privilegio d’anagrafe (e di genere), riempiva il diario di scritte colorate evocando i Nick e gli Howard, immaginandoseli nottetempo in contatto diretto ed esclusivo con la propria cameretta (bastava “accendere lo specchio” e lui poteva vederti mentre ti mettevi il pigiama; giusto il tempo di sussurrargli qualche banalità e spegnevi la luce, regalandolo con insolito altruismo a qualche coetanea ancora sveglia, ché lo squillo della buonanotte non sapevi ancora cosa fosse), appiccicando foto spiegazzate e duramente conquistate attraverso pellegrinaggi all’edicola e scaltri scambi con le amiche, copiando i testi delle canzoni con calma amanuense da Cioè, citando pillole di sarcasmo – mai del tutto afferrate – da Daria (se riuscivi a prendere MTV) e fantasticando sulla festa di fine anno (beata ingenuità).

Sembra un secolo fa. I sogni tecnologici non prevedevano ancora tablet e cellulari di ultima generazione ma ben più semplici lettori cd portatili o al limite un telecomando per ammutolire magicamente fratelligenitorinonni.
Era un secolo fa. Pre-reality, pre-pornoquandovuoi, soprattutto pre-11 settembre, che più o meno coincise con la fine di quel regno incantato.
Ma grazie a questo sito puoi illuderti almeno per un momento e pensare che non proprio tutto se n’è andato. Che nessuno ha premuto stop ma soltanto pausa e un’intera epoca è ancora lì per te – colonne sonore da scaricare comprese – basta ricordare dov’eri rimasta e premere play.

co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (7)
  1. Un tuffo nel passato. Ancora mi ricordo il mio primo viaggio da neopatentato: correva il dicembre 1998. Accendo il motore, cintura, controllo specchietti, freno mano, apro la radio: as long as you love me… praticamente un secolo fa. :)

  2. i backstreet boys +___+ quanto è vero tutto quello ke hai scritto sopra!!! ma ankora oggi mi piacciono e li seguo..anke se l'epoca degli anni 90 era un'epoca magica rispetto a quella di oggi…+__+ se ripenso al passato mi sembra di aver vissuto un sogno nel paese dei balocchi,dove tutto era magico e tutto si poteva sognare…sigh..

    1. In realtà questo era un post pensato per celebrare un epoca a suo modo importante per chi l'ha vissuta (così), epoca ben riassunta dal sito che ho linkato.
      I BSB non li ho mai sopportati, credo fossero l'antitesi di quello che ero (volevo essere?) io ai tempi.
      Bene ricordare "i bei tempi", che però sono "bei" proprio perché per fortuna sono passati…

  3. Sti cazzi

    i Backstreet boys sono grandi, prima e soprattutto ora *-*

    <3 bell'articolo,

    ho 15 anni e vorrei essere cresciuta in quegli anni _D

  4. Io li seguo ancora i Bsb.. sono cresciuti, come me. E si sente la differenza dai loro cd, che una volta erano musicassette.. ricordo anche la rivalità tra i fan dei Backstreet con quelli dei Blink, allora mi faceva incavolare parecchio, adesso mi fa sorridere a ripensare quei bei tempi, dove tutto era ancora semplice (forse perchè ero ancora una bambina).

  5. ahahah è divertente osservare come nessuno quì guardi con rinnovati occhi alle kitsherie di gioventù!
    "sono cresciuti con me"…(no non sono affatto cresciuti, loro sono come la barbie!) in mia sorella maggiore invece si manifesta la tendenza opposta… lei li ascoltava a 18 anni e io ne
    avevo 14 ma pensavo "ehi a parte il vantaggio di imparare l'inglese grazie ai testi forniti da TV sorrisi&canzoni,
    c'è qualcosa di maledettamente metrosessuale in tutto questo" solamente che se chiedete a lei adesso,
    rinnegherà completamente questo suo passato di teenager sprovveduta e, in fin dei conti, uguale a tante
    altre…e invece sono così teneri questi ricordi.in qualche modo queste boyband conservavano
    ancora una certa dose di ingenuità, di sfigataggine anche nell'essere TROPPO FICHI (però a me piaceva mark owen dei "take that"…ovvero "prendilo"???! NDR), niente a che vedere
    con justin bieber e le innumerevoli stelline di adesso, no? ma perché sto commentando un post di mesi faaaa

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.