7am | Francesca Iovene

22.3.2012 / / 7am, arte, interviste
tags / ,

7 opere e 7 domande, alle 7 di mattina, a fotografi che si svegliano presto o non sono ancora andati a dormire.
Oggi è la volta di Francesca Iovene.

Ciao Francesca, quanti anni hai e di dove sei? Da quanto scatti foto?
Ciao, ho 23 anni e vivo a Brescia. Scatto foto da quando ne ho 17 ma ci ho messo molto più impegno quando ho iniziato l’università 4 anni fa. Studiare architettura ha molto condizionato il mio modo di fotografare.

La tua attrezzatura?
Uso una Canon Eos 400D di nome Filippo da poco più di 4 anni e una Canon AV1 di nome Melissa da circa 2. E ho anche una Minox 35 GT comprata ad un mercatino dell’antiquariato che non vedo l’ora di provare.

Cosa fai quando non fai foto?
Penso alle foto che vorrei fare! Ma comunque, più in generale: guardo blog di architettura/design e fotografia, immagino e pianifico viaggi che forse non farò mai, guardo tanti film e qualche serie tv, progetto per piacere e/o per dovere, bevo tanto te e caffè, sto seduta o sdraiata a pensare per ore e scrivo cose che ogni tanto pubblico e ogni tanto no. E ovviamente esco, cammino, rido.

Descrivimi la tua stanza.
Due finestre, due pareti verde mela e una verde bosco, mobili arancioni, 3 lampade e una grande scrivania nera con vetro. Il tutto decorato con vestiti, libri, fogli, tavole, orecchini, pupazzi dappertutto senza criterio.

La tua macchina fotografica pesa quanto…
La voglia di fotografarci tutto il mondo sommata a quella di volerlo rendere un posto migliore.

Se il tuo immaginario fosse un film? O un libro?
Al momento Gattaca, 1997, di Andrew Niccol. Vedere per capire.

Un fotografo/a che mi consigli di tener d’occhio?
Consiglio Valentina Riboli, brava fotografa che ho conosciuto meno di un anno fa. Le sue fotografie mi danno sempre l’idea di completezza.

The following two tabs change content below.
avatar

Ethel Margutti

Ho 34 anni, bergamasca ma trasferita a Bologna. A gennaio 2007 fondo insieme a Simone Sbarbati e all'amica Francesca Arcuri il blog Frizzifrizzi. Amo il pane (in ogni forma, ogni consistenza e ogni tipo di croccantezza) e non sopporto "chi se la tira", del resto il mio proverbio preferito è: "dire pane al pane e vino al vino!"
avatar

Ultimi post di Ethel Margutti (vedi tutti)