Partecipa al Booktober. Dal 1º al 31 ottobre.

Il peso dell’aria. Nel castello delle storie di montagna

Io ho passato praticamente tutti gli agosti della mia adolescenza, in un posto incredibile. Non so bene come, i miei genitori riuscirono a scovare un paradiso di quelli che non si scordano facilmente, e che non a caso è protagonista di molti dei puzzle di montagna della Ravensburger: la Val di Funes.

In particolare noi andavamo in uno degli ultimi appartamenti della valle, attaccato alle Odle, a poche centinaia di metri dal maso dei Messner. Sì, quei Messner: Günther e Reinhold che hanno fatto la storia dell’alpinismo del 900. 

Sto per parlarvi del podcast Il Peso dell’Aria, de Gli Ascoltabili, che è disponibile su Apple, Spotify, Spreaker.

Il primo episodio

Sulla tomba di Günther mia madre va ancora tutte le volte che passa per la valle e per me, quando ho incontrato l’hype della montagna di questi ultimi anni, è stato molto strano mettere assieme qualcosa di così familiare con qualcosa di così trendy.
In effetti, questo podcast — lo ammetto, un pochino datato — mi ha rimesso un po’ a posto il pensiero.

Tratto dal libro Nel castello delle storie di Marco Albino Ferrari, che conduce il podcast alternandosi alla voce narrante di Roberta Federici, questo podcast narra vicende che mi erano del tutto estranee, ma che ho sentito molto vicine.
In una narrazione che mi pare volutamente cristallina ed un po’ eterea, rarefatta come l’aria di alta montagna, si viene portati su alcune cime famose: il Monte Bianco, il Cervino, il Gasherbrum, per dirne alcune. Una serie di sole sei puntate, che sono però piccole gemme che un po’ insegnano, un po’ intrattengono, molto mi pare soprattutto dipingano; voci che ci portano lungo corde, nel freddo e nel bianco, ma anche nel nero pungente delle notti di montagna. 

L’aria quando manca, si fa più pesante. Ve lo consiglio, stupendo.

Il peso dell’aria

Il programma è ideato e condotto da Marco Albino Ferrari, con voce narrante di Roberta Federici.
Puntate scritte da Simone Spoladori con il sound design di Francesco Campeotto.
Produzione: Ilaria Villano per #NoEthicsNoBrand all’interno del progetto Gli Ascoltabili.

Apple, Spotify, Spreaker.

autore della rubrica “Bisticci”
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.