Post Pandemic Design Studio: riflettere sul ruolo del graphic designer in un futuro distopico

Prima che l’alto muro della pandemia si innalzasse attorno ai nostri orizzonti, andando temporaneamente a oscurare tutte le altre altre enormi incognite che l’umanità avrebbe dovuto (e dovrà) affrontare nel prossimo futuro (crisi climatica, crisi migratoria, iper-sfruttamento delle risorse, crisi del capitalismo — solo per citarne alcune), aleggiava già, nel panorama culturale, una lugubre “arietta” da fine del mondo: una densa coltre di riflessioni, studi e prospettive di sapore apocalittico si espandeva per i corridoi delle accademie e nel sottobosco digitale delle riviste culturali, in una ribollente fusione di speculazioni scientifiche e neo-pensiero magico, con la cosiddetta theory a far da legante.

COSA
Post Atomic Design Studio
DOVE
online
QUANDO
29 aprile – 23 giugno 2021

È in questo quadro d’insieme che, nel 2019, la milanese Parco Gallery pensò di organizzare una mostra intitolata Post Atomic Design Studio.

Piccolo passo indietro per contestualizzare lo spazio, oltre al progetto: Parco Gallery è un cantiere creativo nato nel 2018 dall’idea e la volontà di Parco Studio, agenzia di graphic design e strategia di comunicazione visiva fondata da Loredana Bontempi ed Emanuele Bonetti. Non solo galleria — la prima, a Milano, dedicata alla grafica —, Parco Gallery è anche un luogo di collaborazione tra designer, scuola, professionistз del quartiere (zona Greco) e appassionatз di design.

Opera di Marino Capitanio
(courtesy: Parco Gallery)
Opera di Benedetta Crippa
(courtesy: Parco Gallery)

L’intento della mostra Post Atomic Design Studio avrebbe dovuto essere quello di porsi e porre alcune domande cruciali sul ruolo della professione di graphic designer in un distopico futuro ormai alle porte e — cito Bontempi e Bonetti — «in un mondo dove la priorità è sopravvivere alle condizioni ambientali avverse».
L’esposizione si sarebbe dovuta inaugurare a metà 2020 ma poi — per i motivi che tutti ben conosciamo, non atomici ma pandemici — il progetto si è arenato, come il 99,9% delle mostre.

Parco Studio, però, non si è dato per vinto. Accantonata momentaneamente l’idea di un evento fisico e aperto al pubblico, e messo da parte il tema post-apocalittico, Bontempi e Bonetti si sono ritrovati a meditare sulla similitudine delle situazioni: «Abbiamo realizzato che le nuove domande che avevamo in testa erano molto simili a quelle del progetto che avevamo in sospeso da un anno: quale è il ruolo dei designer dopo una pandemia? Come cambia lo studio di design o di comunicazione dopo questo evento di enorme impatto?» spiegano i due, che hanno quindi sostituito quell’Atomic con un Pandemic e ripensato interamente il progetto in chiave digitale.

Ecco dunque Post Pandemic Design Studio, che consiste in una piccola esposizione online e soprattutto in una serie di incontri con professioniste e professionisti della comunicazione visiva.

Opera di Display
(courtesy: Parco Gallery)
Opera di Typophrenic
(courtesy: Parco Gallery)

«Abbiamo chiesto a 5 grafici italiani di riflettere sul tema e di condividere il loro punto di vista e la loro esperienza sul presente, passato recente e futuro immediato» raccontano Bontempi e Bonetti, che hanno programmato una serie di cinque talk.
Il primo è andato online lo scorso 29 aprile, con Andrea Bergamini e Francis Needham dello studio di design milanese Display (presto qui ci sarà il video registrato e sottotitolato dell’incontro).
I prossimi saranno il 13 maggio, con la letterer e designer Valentina Casali, aka Typophrenic), il 27 maggio con il designer, art director e artista visivo Marino Capitanio, il 9 giugno con il designer e sviluppatore Gianluca Monaco di Vacanza studio, e infine il 23 giugno con la designer Benedetta Crippa.

Per seguire tutti i talk, basta tenere d’occhio l’account Instagram di Parco Gallery (stasera Valentina Casali/Typophrenic sarà in diretta lì dalle 18,30).
Tutti i nomi in programma, inoltre, hanno anche realizzato alcune opere per la mini-mostra online, in cui si è messo in gioco anche Parco Studio. Le grafiche si possono pure scaricare gratuitamente e usare come sfondi.

Opera di Parco Studio
(courtesy: Parco Gallery)
Opera di Vacanza
(courtesy: Parco Gallery)
Opera di Parco Studio
(courtesy: Parco Gallery)