Le t-shirt per type designer

Da quando esistono, le t-shirt sono sempre state la “tela bianca” ideale per mandare messaggi in forma di slogan o di immagini, e per dichiarare la propria appartenenza. Quello della t-shirt è un territorio in cui il design della moda, potendo intervenire in maniera minima sulle geometrie, lascia spazio alla comunicazione visiva. Trattandosi quindi di progettazione grafica, il ruolo del carattere tipografico è fondamentale.

Se, però, sulle magliette gli esempi di sperimentazione tipografica non mancano di certo, nella maggior parte dei casi si tratta di un type design al servizio di qualcos’altro: del messaggio, della pubblicità, del merchandising di un evento.
Ciò che caratterizza la collezione di t-shirt Type in Focus, invece, è proprio il ruolo da protagonista del design tipografico.

Alex Slobzheninov, “Bold suspicious” (fonte: everpress.com)
Fabio Furlani, “Empty suns” (fonte: everpress.com)

Anthony Burrill, Femme Type, Studio Dumbar, Bureau Borsche sono solo alcuni dei grandi nomi che hanno deciso di partecipare all’iniziativa, lanciata dal marchio londinese Everpress, che produce magliette e felpe on demand realizzate da talenti creativi di tutto il mondo, che caricano i propri progetti sulla piattaforma, fissano un prezzo e poi promuovono il proprio lavoro: se più di cinque persone acquistano la t-shirt, allora questa va in produzione, evitando in questo modo sprechi e spese inutili.

Type in focus funziona allo stesso modo: è una collezione in edizione limitata ed è disponibile solo per pochi giorni.
Ci sono 39 modelli tra i quali scegliere, tutti quanti dedicati, in un modo o nell’altro, alle emozioni, e si possono pre-acquistare online.
Autori: A Practice For Everyday Life, Alex Slobzheninov, Ciaran Birch, Colophon Foundry, Deep Gnome, Élise Rigollet, Fabio Furlani, Fraser Muggeridge, Gregory Page, Hans Findling, Jackson Green, Jacob Wise, Jesse Johanning, Johannes Schnatmann, Joshua James Saunders, Julien Hébert, Justin Sloane, Koln Studio, Kris Andrew Small, Panama Papers Office, Pangram Pangram, Patrick Savile, Raoul Gottschling, Regular Practice, Simen Røyseland, Studio Triple, Superimpose, The Crystal Beach, Thomas Bauer, Travis Kane, Velvetine Type Foundry, Violaine Et Jeremy, Vivien Hoffmann, Vrints-Kolsteren, Yarza Twins, oltre ai già citati Anthony Burrill, Femme Type, Studio Dumbar e Bureau Borsche.

A Practice For Everyday Life, “The long poem of walking” (fonte: everpress.com)
3,Quatorze, “A to Z” (fonte: everpress.com)
Violaine Et Jeremy, “Love” (fonte: everpress.com)
Julien Hébert, “Trust” (fonte: everpress.com)
Vivien Hoffmann, “Mild at heart” (fonte: everpress.com)
Pangram Pangram, “Curving emotions” (fonte: everpress.com)
Studio Triple, “Global collapse” (fonte: everpress.com)
Koln Studio, “A flor de piel” (fonte: everpress.com)
Raoul Gottschling, “Internal variables” (fonte: everpress.com)
Simen Røyseland, “On anger” (fonte: everpress.com)
Fraser Muggeridge, “Recycled die cuts” (fonte: everpress.com)
Altre storie
Support Independent Type: un libro celebra le fonderie digitali indipendenti