fbpx
daniel reed pecker 0

Pecker, un font del c****

Lo scorso 24 luglio il populista conservatore Boris Johnson è entrato per la prima volta al numero 10 di Downing Street, a Londra, da primo ministro del Regno Unito.
Lo stesso giorno — ma questo ovviamente non ha fatto altrettanto notizia — il giovane graphic designer britannico Daniel Reed ha messo online un carattere tipografico al quale aveva appena finito di lavorare, un carattere assolutamente sui generis visto che è composto essenzialmente da peni più o meno diritti, intrecciati e ricurvi fino a formare lettere, numeri e simboli.

La coincidenza tra l’uscita del font — battezzato Pecker, uno dei tanti modi che hanno gli anglossassoni per riferirsi al fallo — e l’insediamento di Johnson non è casuale, come si può dedurre dagli ironici esempi di uso del carattere pubblicati da Reed sul suo sito, che tradiscono le simpatie (o meglio le antipatie) politiche del designer.

daniel reed pecker 1
(fonte: daniel-reed.co.uk)

Oltre a essere un esperimento lanciato — com’è facile immaginare — per farsi un po’ di pubblicità, Pecker è anche un modo per raccogliere denaro a fin di bene. Tutti i proventi dalle vendite del font e del relativo merchandise, infatti, andranno a supporto di associazioni e fondazioni che studiano e lottano contro il cancro ai testicoli e alla prostata.

Ad accompagnare questo super-fallico carattere tipografico, inoltre, c’è anche un mini-sito sul quale candidare chiunque si voglia a Pecker of the day.

daniel reed pecker 7
(fonte: daniel-reed.co.uk)
daniel reed pecker 2
(fonte: daniel-reed.co.uk)
daniel reed pecker 0
(fonte: daniel-reed.co.uk)
daniel reed pecker 3
(fonte: daniel-reed.co.uk)
daniel reed pecker 4
(fonte: daniel-reed.co.uk)
daniel reed pecker 5
(fonte: daniel-reed.co.uk)
daniel reed pecker 6
(fonte: daniel-reed.co.uk)
daniel reed pecker 8
(fonte: daniel-reed.co.uk)

[via]

Altre storie
zetafonts stadio Testata Blog
Stadio Now: la fonderia Zetafonts sta lavorando al revival del carattere Stadio, disegnato da Aldo Novarese