Frizzifrizzi è in vacanza fino a inizio settembre.
Theo Inglis, “Mid-Century Modern Graphic Design”, Batsford, maggio 2019 (courtesy: Theo Inglis)

Mid-Century Modern Graphic Design: un libro con il meglio della grafica modernista

Come ho già avuto modo di scrivere in un’altra occasione, non c’è una definizione universalmente accettata per il modernismo nell’ambito del design. Forse — come nella celebre sentenza della Corte Suprema americana su cosa è pornografia e cosa no — «I know it when I see it». Anche senza spiegazioni ed etichette precise, semplicemente, quando lo vedi, sai che quello è design modernista.

Ad approfondire di più la questione, però, ci prova il designer, giornalista e scrittore britannico Theo Inglis, che ha curato un libro interamente dedicato alla grafica modernista di metà Novecento: Mid-Century Modern Graphic Design.

«A differenza di alcuni stili o movimenti nella storia del design», scrive Inglis nell’introduzione, «né la sua definizione esatta né la sua genesi sono chiare. Non è un termine che i designer, all’epoca, avrebbero usato per descrivere il loro lavoro, nessun critico del periodo rese popolare il termine, non c’è un manifesto del “mid-century modern”, o una scuola da cui è scaturito, neppure un paese o addirittura un continente nel quale può essere confinato».

Theo Inglis, “Mid-Century Modern Graphic Design”, Batsford, maggio 2019
(courtesy: Theo Inglis)

Da qui l’idea di Inglis di raccogliere il meglio di quanto la grafica e l’illustrazione modernista abbiano prodotto, puntando l’attenzione sugli stili, gli autori, le atmosfere, attraverso una straordinaria quantità di esempi (oltre 600 immagini, in 256 pagine) che si sviluppano in cinque sezioni, dedicate ad altrettanti ambiti: le copertine dei libri; quelle dei dischi; poster e grafiche promozionali; copertine di riviste; libri illustrati.

Tra gli autori, alcuni tra i più grandi designer del ‘900, da Paul Rand a Ray Eames, da Leo Lionni a Ivan Chermayeff, da Josef Albers a Herbert Bayer, da Irving Harper a Saul Bass. E poi Dick Bruna, Miroslav Sasek, Alan Fletcher, Antonio Frasconi, John Alcorn e tanti altri.
Pubblicato da Batsford, il libro si può acquistare anche su Amazon.

Theo Inglis, “Mid-Century Modern Graphic Design”, Batsford, maggio 2019
(courtesy: Theo Inglis)
Theo Inglis, “Mid-Century Modern Graphic Design”, Batsford, maggio 2019
(courtesy: Theo Inglis)
Theo Inglis, “Mid-Century Modern Graphic Design”, Batsford, maggio 2019
(courtesy: Theo Inglis)
Theo Inglis, “Mid-Century Modern Graphic Design”, Batsford, maggio 2019
(courtesy: Theo Inglis)
Theo Inglis, “Mid-Century Modern Graphic Design”, Batsford, maggio 2019
(courtesy: Theo Inglis)
Theo Inglis, “Mid-Century Modern Graphic Design”, Batsford, maggio 2019
(courtesy: Theo Inglis)
Theo Inglis, “Mid-Century Modern Graphic Design”, Batsford, maggio 2019
(courtesy: Theo Inglis)
Theo Inglis, “Mid-Century Modern Graphic Design”, Batsford, maggio 2019
(courtesy: Theo Inglis)
Theo Inglis, “Mid-Century Modern Graphic Design”, Batsford, maggio 2019
(courtesy: Theo Inglis)
Theo Inglis, “Mid-Century Modern Graphic Design”, Batsford, maggio 2019
(courtesy: Theo Inglis)
Theo Inglis, “Mid-Century Modern Graphic Design”, Batsford, maggio 2019
(courtesy: Theo Inglis)
Theo Inglis, “Mid-Century Modern Graphic Design”, Batsford, maggio 2019
(courtesy: Theo Inglis)
Theo Inglis, “Mid-Century Modern Graphic Design”, Batsford, maggio 2019
(courtesy: Theo Inglis)
Theo Inglis, “Mid-Century Modern Graphic Design”, Batsford, maggio 2019
(courtesy: Theo Inglis)
Theo Inglis, “Mid-Century Modern Graphic Design”, Batsford, maggio 2019
(courtesy: Theo Inglis)
Altre storie
Da Viction:ary un libro dedicato ai font variabili