Partecipa al Booktober. Dal 1º al 31 ottobre.
(fonte: instagram.com/paperofthepast)

Tesori d’archivio: Paper of the Past è una raccolta di vecchi scrapbook dell’800 e del primo ‘900

È un vero peccato che nella nostra lingua non ci sia una parola per indicare lo scrapbook. C’è album, certo, ma l’album è più generico, e se ogni scrapbook è un album, non tutti gli album mettono assieme foto, ritagli, pezzetti di carta colorata, lettere, “reperti” che spesso sono significativi solo per coloro che hanno raccolto e ordinato i vari frammenti (scrap, che danno il nome sia all’oggetto che alla pratica, lo scrapbooking), decorato le pagine, scritto pensieri e didascalie.

Diffusosi soprattutto a partire dall’800, lo scrapbook discende dal commonplace book (altro oggetto/concetto orfano di un corrispettivo in italiano), che a sua volta ha origine dallo zibaldone (definito da Atlas Obscura un tumblr del 14° secolo), il quale discende dal diario personale — per un’esaustiva storia dello scrapbooking rimando a un bell’articolo in cui si parla anche dell’affascinante fenomeno delle bibbie, che per secoli, essendo spesso l’unico libro presente in casa, venivano utilizzate anche come primitivi scrapbook.

Tornando ad epoche più recenti, segnalo un vero e proprio “tesoro d’archivio” che si sta pian piano sviluppando su Instagram. Si chiama Paper of the Past ed è una raccolta di scrapbook prodotti tra il 1840 e il 1950, collezionati e fotografati da Mandy Ross, insegnante presso la San Francisco State University e appassionata ricercatrice di questi straordinari cimeli personali che, oltre a conservare storie private, rimaste attaccate alle pagine insieme alle impronte e alle emozioni degli autori e delle autrici, testimoniano anche delle estetiche e degli immaginari dei rispettivi periodi.

(fonte: instagram.com/paperofthepast)
(fonte: instagram.com/paperofthepast)
(fonte: instagram.com/paperofthepast)
(fonte: instagram.com/paperofthepast)
(fonte: instagram.com/paperofthepast)
(fonte: instagram.com/paperofthepast)
(fonte: instagram.com/paperofthepast)
(fonte: instagram.com/paperofthepast)
(fonte: instagram.com/paperofthepast)
(fonte: instagram.com/paperofthepast)
(fonte: instagram.com/paperofthepast)
(fonte: instagram.com/paperofthepast)
(fonte: instagram.com/paperofthepast)
(fonte: instagram.com/paperofthepast)
(fonte: instagram.com/paperofthepast)
Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.